il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Filettino, De Meis all’attacco di Sellari: «Principato è un falso, ci ha ridicolizzato in tutta Italia»

Filettino, De Meis all’attacco di Sellari: «Principato è un falso, ci ha ridicolizzato in tutta Italia»

FILETTINO - Non tarda la replica del consigliere di minoranza del Comune di Filettino Paolo De Meis, in replica alle affermazioni del sindaco Luca Sellari dei giorni scorsi. Nelle ultime dichiarazioni di domenica, il sindaco Sellari ha dichiarato che non si tratta di un Principato, ma di un'associazione del Principato, una sorta di Pro Loco!
«Sono sconcertato, per la prima volta il Sindaco di Filettino ha detto la verità e cioè che non si tratta di un Principato ma di un'associazione, o meglio di una Pro Loco, ed in tutti questi mesi dunque, con l'inno di voler chiedere l'indipendenza di Filettino con la nascita del Principato, ha preso in giro non solo i cittadini di Filettino, ma l'intera nazione».

Secondo Lei si è preso gioco dei cittadini?
«La scelleratezza del Sindaco Sellari, la si è evidenziata lo scorso 7 marzo, quando con un articolo sul quotidiano nazionale La Stampa, il giornalista Mattia Feltri riporta un'intervista telefonica al regista Pasquale Squittieri, da poco eletto Premier dei Ministri del Principato che alla domanda della sua nomina risponde così: "«Eeeh? Di che cosa sono presidente?». Del Consiglio del principe. «E chi è ’sto principe?». Carlo Taormina. «Aaah, Taormina. Siamo legati da un’amicizia ventennale». E non lo sapeva che adesso è principe? «Sì, sì. Come si chiama il posto? Filettino?». Ma non c’è mai stato? «Mai. Mi ha chiamato Taormina, mi ha detto che era una cosa divertente, e invece guarda un po’... Cosa mi ha fatto?». Presidente del Consiglio del Principe, cioè lei è il Monti o se preferisce il Berlusconi di Filettino (Squitieri ride molto). «Allora sono il Craxi di Filettino, senz’altro meglio. Ma tu dimmi... Non l’avevo mica capito che mi faceva presidente. E che c’è a Filettino?». Mah, non molto".
La telefonata continua, ed è triste come si prenda in giro Filettino a causa dell'eccentricità del Sindaco Sellari, che invece di tutelarlo lo ridicolizza, basta considerare che  Squittieri ne ignorava l'esistenza, non sapendo neanche della sua nomina, e come ha detto, per lui e Taormina è tutto un gioco. Ma stanno giocando su un paese che è in agonia, dove non c'è più turismo, dove l'economia e pressoché inesistente e di conseguenza la disoccupazione cresce e la piaga dello spopolamento si alimenta, davvero un bel gioco, complimenti Sindaco siamo contenti che ti stai divertendo sulla pelle dei cittadini».

Il Sindaco dice che non sono vere le sue dichiarazioni durante l'emergenza neve, che lo accusavano di disinteresse, al contrario che sono solo fantasie le sue.
«Sapevamo già che il Sindaco Sellari è molto carente in termini di eloquenza, vedendolo in varie interviste televisive, ma dopo le sue dichiarazioni di domenica, forse ha perso un'occasione per stare zitto. Durante l'emergenza neve io non sono mai partito da Capistrello per andare all'unità di crisi nella Prefettura di Frosinone, lo invito a rileggere quelle mie dichiarazioni dove c'è scritto a chiare lettere che l'unità di crisi della Prefettura è stata da me contattata telefonicamente. Io vivo la realtà caro Sindaco nella fantasia, per giunta distorta ci vivi tu, che di pubblica amministrazione non ne sai nulla, perché un consigliere comunale anche di minoranza non ha bisogno di deleghe da parte del Sindaco per attivarsi in casi di calamità per la sua comunità verso le autorità preposte, se poi è il Primo Cittadino che se ne disinteressa come hai fatto tu,sono ancora più motivato».

Comunque lui dice che si è attivato durante l'emergenza ed ha portato eccellenti risultati.
«E  quali sarebbero stati questi eccellenti risultati che lui avrebbe riportato? Chiedere € 50,00 ad ogni cittadino che chiedeva l'intervento della Protezione Civile per la pulizia di strade! Il paese durante la nevicata, prima ondata quella durante la quale il Sindaco se ne stava a Frosinone, ha martoriato Filettino. Sono questi i suoi eccellenti risultati?»

Secondo Sellari  il suo atteggiamento ha lo scopo di creare problemi alla comunità di Filettino.
«Io sono un consigliere di minoranza, e come tale ho il dovere di controllare l'attività amministrativa della maggioranza per il bene della comunità, chi finora ha creato problemi a Filettino è lui, afferma ora che lui con la favola del Principato sta facendo marketing, a me sembra che questo non si chiami marketing, ma illusione. Avrò rotto il suo giocattolo, ma ha illuso i cittadini, i mass media, e quale ne è stato il rientro per Filettino? Nulla assolutamente nulla, solo risate e sbeffeggiamenti ottima strategia di marketing complimenti Sindaco».

Comunque il Sindaco è convinto che nel prossimo bilancio regionale verranno elargiti numerosi finanziamenti per Filettino, ed il paese risorgerà dalla crisi.
«Io gli consiglio di concordarsi con la sua Giunta nel dare considerazioni omogenee, visto che alcuni Assessori hanno confermato a chiare lettere che tutti i progetti a richiesta di finanziamento presentati finora in Regione sono stati bocciati, da ultimo gli interventi per il campo sportivo. E poi che senso avrebbe chiedere un anticipo di cassa di centinaia di migliaia di euro se fra meno di un mese la Regione darà tutti i finanziamenti richiesti da Sellari?»

Riguardo alla citata legge Anselmi, verso le associazioni contro la costituzione?
«Comprendo che il Sindaco Sellari non ne capisca molto di materia giuridica, ma può farsi spiegare il contenuto della legge Anselmi  che al primo articolo, evidenzia come sodalizi che interferiscono nell'attività pubblica amministrativa violino la Costituzione della Repubblica Italiana. Lui parla di trasparenza, allora  che renda tutto pubblico, faccia dei manifesti da affiggere in tutto il paese, e che nelle prossime interviste non parli più di dar vita ad un Principato indipendente dalla Repubblica Italiana, di fare una battaglia per l'acqua ed altre follie del genere,  ma dica che è una semplice associazione, allora si potrà parlare di trasparenza».

Il Sindaco ha detto che si tratta di una Pro Loco,e come può interferire nell'attività comunale?
«Infatti credo che non abbia riflettuto nel dare questa dichiarazione e si sia come si suol dire -dato la zappa sui piedi- se si tratta di una Pro Loco farà parte dell'UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d'Italia) pertanto avrà il suo statuto che non è differente da quello stabilito dall'UNPLI, ma se non sbaglio loro ne hanno approvato uno legato alla costituzione del Principato, dunque c'è ancora molta confusione perché è pazzesco che esista una Pro Loco che fa parte dell'UNPLI che abbia uno statuto autonomo nel quale chieda l'indipendenza dall'Italia. Filettino è diventato una barzelletta per tutta l'Italia e dobbiamo rendere grazie all'eccentricità del Sindaco Sellari e alla passività della sua maggioranza».

In effetti in questa storia gli Assessori e consiglieri di maggioranza sembra che non dicano molto anzi nulla, c'è chi prende le distanze ma resta lì, quasi un tacito consenso.
«Sono dei burattini, il Sindaco senza motivo gli toglie le deleghe, poi gliele ridà, e loro lì disposti a comando senza dignità, perché troppo legati alle proprie poltrone per interessarsi del destino di Filettino. Io mi auguro oggi, dopo che finalmente è uscita fuori la verità, dopo un lungo periodo di menzogne, falsità e tante favole, Filettino ed i suoi cittadini si sveglino e si riprendano la propria dignità, confermerò ufficialmente la mia richiesta di dimissioni del Sindaco Sellari e della sua maggioranza incapaci di gestire il Comune di Filettino, nella prossima seduta consiliare e nella lettera che invierò al Prefetto».

 

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito