il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Regione Lazio pronta a ricorrere a Consulta contro abolizione Province prevista dal decreto "Salva Italia"

Regione Lazio pronta a ricorrere a Consulta contro abolizione Province prevista dal decreto "Salva Italia"

FROSINONE - È stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio (n. 9 del 7 marzo 2012) la deliberazione n. 44/2012  con cui la Giunta regionale del Lazio autorizza la presidente Renata Polverini a proporre ricorso alla Corte Costituzionale contro le norme del Decreto Salva Italia che prevedono un ridimensionamento di ruoli, funzioni ed organi delle Province (articolo 23, commi 14-21 della legge n. 214/2011 di conversione del D.L. 201/2011). Il ricorso della Regione Lazio, proposto nei giorni scorsi, nasce da un'iniziativa del CAL, che lo scorso 24 gennaio aveva deliberato in assemblea la relativa proposta alla presidente Polverini, in base all'art. 41, comma 4, dello Statuto, raccogliendo così l'invito rivolto dall'UPI (Unione Province d'Italia) a tutti i CAL d'Italia.

Nel medesimo ricorso, la Regione ha inoltre sollevato questione di legittimità costituzionale anche contro l'art. 31 del Decreto Salva Italia, relativo agli orari di apertura degli esercizi commerciali.
«La Presidente Polverini – afferma il Presidente della Provincia di Frosinone nonché dell’Upi Lazio, Antonello Iannarilli – ha tenuto fede a quanto detto ai Presidenti delle Province del Lazio e ai delegati del Cal. È convinzione di ognuno che abbia a cuore la ricchezza di questo nostro Paese, come noto basata proprio dal mosaico di economie, storie e culture di cui è costituito, che l’abbattimento di quanto siano e rappresentano le Province sia una grave danno sotto il profilo economico, sotto quello organizzativo, culturale e della legittima rappresentanza democratica. Non solo quanto contenuto nel decreto Salva Italia ma quanto in itinere presso le sedi governative per rendere le Province, anziché una risorsa come progettato e prospettato dall’Upi, un informe e inutile ente di secondo livello, tra l’altro lasciando intonsa la selva di enti strumentali costosissimi e veramente inutili, è una amara realtà da combattere fino all’ultimo barlume di speranza».
«Non posso che esprimere grande soddisfazione – afferma il consigliere provinciale Andrea Amata, consigliere del Cal del Lazio – per la presa di posizione della Giunta Polverini che ci sostiene nella nostra battaglia contro lo svuotamento delle Province italiane e da forza alle nostre iniziative contro l’inutile e dannosa scelta di relegare questi enti al secondo livello».

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Marzo 2012 18:27

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito