il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Governo impugna Finanziaria regionale davanti alla Consulta, Montino (PD): "Tasse per 100 milioni che non si potevano chiedere"

Governo impugna Finanziaria regionale davanti alla Consulta, Montino (PD): "Tasse per 100 milioni che non si potevano chiedere"

ROMA - “I circa 60 milioni di euro di aumento regionale già versati dai cittadini laziali con il pagamento del bollo auto e i 40 milioni di euro derivati dall’aumento per le accise sui carburanti hanno  profili di illegittimità e incostituzionalità".

La dichiarazione arriva dal Gruppo consiliare del Partito Democratico della Regione Lazio, dopo che  il Consiglio dei Ministri ha impugnato l’ultima finanziaria regionale.

A questo proposito il capogruppo dei democratici Esterino Montino spiega: " Tasse per cento milioni che la Regione non poteva chiedere ai cittadini se non previo accordo con il Governo. E’ la conferma del fatto che questa Giunta percorre la strada del pressappochismo e dell’autoreferenzialità con assoluta determinazione. Sbagliando leggi almeno due volte l’anno. Vedremo - prosegue Montino - se l’impugnativa verrà ratificata dalla Corte Costituzionale.

In ogni caso sembra che, contestualmente, nella stessa seduta del Cdm, sia stato approvato un decreto sul federalismo attraverso il quale tali aumenti resteranno in vigore.  I cittadini pagheranno comunque. Rimane il fatto che una maggiore capacità di ascolto e meno presunzione avrebbero evitato l’ennesima brutta figura.

E’ la conferma che andare ostinatamente avanti da soli come fa la Presidente Polverini e il suo infallibile assessore al Bilancio, provoca malintendimenti di qualsiasi sorta, scivoloni a ripetizione e problemi ai cittadini del Lazio”.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito