il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Anagni, lo sfogo di Obbiettivo comune: «In periferia ci siamo pagati sale e pale da soli»

Anagni, lo sfogo di Obbiettivo comune: «In periferia ci siamo pagati sale e pale da soli»

ANAGNI - Prende carta e penna e scrive ad un noto blog locale per denunicare lo stato di degrado in cui versano le periferie anagnine, che si sono ritorvate "da sole" in questa emergenza "come sempre". A fare la voce grossa è il coordinatore dell'Associazione Obbiettivo comune per il Cittadino, di San Filippo, Valter Cecilia, che con un misto di rabbia e delusione va giù duro e spiega: «Le scrivo in merito alle problematiche inerenti all'emergenza neve ed in particolar modo quelle che stanno attanagliando le nostre periferie che, gia' profondamente provate da problemi che durano oramai da un decennio, dovuti alle mancanze da parte dell'amministrazione che ci governa, si trovano ancora una volta abbandonate a loro stesse. Non voglio assolutamente generare inutili polemiche che mi porterebbero ad essere monotono

e ripetitivo ma la questione neve, secondo la mia posizione, molto probabilmente per Anagni rappresenta la fine di un ciclo e potrebbe rappresentare un ritorno alla normalità per una città oramai abbandonata e degradata.

Il tirare le somme d'altronde - spiega Cecilia - e' stato un modus operandi di queste amministrazioni che si sono sempre vantate di aver dato alla città piu' di quello che cercavamo... esempi lampanti: scuole efficienti, facilitazione dei servizi per tutti i cittadini, il diritto sacrosanto alla salute ed un quieto vivere sereno.... dal loro verso sembra che questo sia stato tutto fatto... ma non mi sembra proprio così.
Le scuole chiuse... e riaperte pagando un affitto a terzi (avendo perso un finanziamento da 4 milioni di € che verrà si riassegnato, ma quando?). L'ospedale che chiude e salvato grazie ai cittadini e associazioni, per non parlare del resto delle grandi manifestazioni a carico di noi poveri cittadini... tipo la via dei fiori, i festeggiamenti spumeggianti per il nostro santo patrono, con cantanti all'ultimo grido, con spese di centinaia di migliaia di €. L'acquisto dell'ex polveriera che ad oggi ancora non ha un'utilizzazione di uso..... per non parlare di un'eventuale bonifica del sito con spese ancora piu gravanti sul bilancio comunale.
Ma tanto alla fine verranno emessi altri 3000 ''AVVISI I.C.I.'' in modo almeno di avere qualche rientro.... oppure basterà alzare la quota della nuova tariffa IMU ai massimi livelli (come da abitudine) idem come i rifiuti... nei paesi limitrofi i prezzi si abbassano o per lo meno restano stabili ma ad Anagni sono ai massimi... in una città dove un pensionato, operaio, o chiunque per esso non può neanche permettersi di andare al creatore senza aver preso prima un mutuo di migliaia e migliaia di euro.

Comunque torniamo al nostro discorso iniziale... la neve.. ancora una volta dobbiamo fare un plauso alla nostra amministrazione, dobbiamo veramente dirlo -aggiunge ironico -  si sono adoperati al meglio per fronteggiare l'emergenza ad Anagni città. Lasciando le periferie nella completa degenerazione.... nel nostro caso abbiamo dovuto pulire la strada comunale soli ed a nostre spese, senza energia elettrica, bloccati completamente nelle nostre abitazioni soli con i nostri cari, e sapendo di essere nel totale abbandono..... per far buttare il sale e cercare di riprendere la quotidianità io personalmente ho dovuto smuovere mezzo mondo chiamare responsabili della protezione civile, carabinieri ecc.ecc..... ora vorrei solo concludere pensando a come sarebbe andata la situazione se la prevenzione avesse funzionato.

Le previsioni meteo erano chiare da 10 giorni: non era possibile da parte dell'amministrazione fare un censimento nelle periferie per sapere chi poteva aver mezzi a disposizione ed utilizzarli in tali casi??? non era possibile fare dei centri di raccolta in ogni zona per la distribuzione del sale??? oppure, dato certo che ogni cittadino poteva raggiungere il multipiano per prenderselo??? le nostre strade sono state liberate da noi…. altrimenti come facevamo ad andare ad Anagni???

Ci sarebbero migliaia e migliaia di cose da aggiungere... ma fermiamoci qui che probabilmente è meglio per tutti. In ogni caso la forza sono sempre e solo i cittadini, abbandonati si ma con una grande forza per sapersi rialzare e guardare avanti. Speriamo davvero che una volta per tutte questo futuro ''SFIORISCA'' per sempre".

Grazie per aver raccolto questo mio sfogo.

Valter Cecilia - Presidente Associazione Obbiettivo comune per il Cittadino

Ultimo aggiornamento Venerdì 10 Febbraio 2012 09:36

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito