il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Lazio, PD accusa Polverini su gestione dell’emergenza neve nel Lazio e in Ciociaria

Lazio, PD accusa Polverini su gestione dell’emergenza neve nel Lazio e in Ciociaria

ROMA - A crisi ancora apertissima si aprono le polemiche politiche sulla gestione dell’emergenza neve nel Lazio, e in particolare in provincia di Frosinone. Il capogruppo PD in Consiglio Regionale, Esterino Montino ha diramato una nota durissima in cui accusa: «Se a livello nazionale la Protezione civile presenta qualche problema, nel Lazio e nel caos da 24 mesi. Da due anni manca il direttore del settore. Renata Polverini non  lo ha mai nominato.  Da qui la carenza di coordinamento che ha prodotto confusione,  pressapochismo, mancanza di  sale, pendolari abbandonati nei treni, strade regionali bloccate , volontari che si sono prodigati ma senza guida. Gianni Alemanno ha fallito e con la sua strampalata polemica con la Protezione civile nazionale sta mettendo in  un cono d’ombra il fallimento della Polverini che  non ha aiutato, ne lui, ne, tantomeno gli altri sindaci del Lazio. Solo oggi si sta affrontando la situazione dei centri isolati nel frusinate e solo oggi, finalmente , gli elicotteri stanno portando generi di prima necessità nei comuni del sublacense. Di task force in task force sono passati tre giorni. L’Astral,  societa regionale che dovrebbe garantire la fruibilita delle strade , ha fallito miseramente il suo compito. La presidente è usa coprire il vuoto ed i limiti della sua azione con un gran movimento che però questa volta non basta a nascondere il caos organizzativo in cui gettato la protezione civile regionale, caos che è stato un fattori moltiplicatore dei disagi provocati dalle abbondanti precipitazioni nevose a Roma ma sopratutto nei comuni di  tutto il Lazio».
Rincara, se possibile, la dose il consigliere Francesco Scalia, che porta la sua testimonianza diretta sulla Provincia di Frosinone: «La Protezione civile regionale e provinciale non si è vista in tutta la Ciociaria. Porto la mia testimoninanza diretta di come stanno andando le cose: da due giorni sono in un albergo di Ferentino perchè non posso raggiungere la mia abitazione. La totale mancanza di coordinamento ha generato il caos in tantissimi comuni della provincia di Frosinone. A Sora non c'è acqua nè riscaldamenti e il sindaco denuncia situazioni allucinanti, mancano le scorte alimentari e interi paesi sono in ginocchio, isolati e senza corrente elettrica. Il fallimento romano non deve coprire o, peggio, oscurare le imperdonabili inefficienze che il centrodestra regionale, la Polverini in testa, stanno causando nei territori della provincia. Ad Acquafondata è dovuta arrivare l'aeronautica militare per soccorrere alcuni dializzati. La mancanza  di un direttore regionale della Protezione civile la dice lunga sulla sottovalutazione di questa emergenza che viene gestita e affrontata da dilettanti allo sbaraglio».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito