il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Piglio, consiglio straordinario contro TMB di Castellaccio

Piglio, consiglio straordinario contro TMB di Castellaccio

PIGLIO - Un Consiglio Comunale straordinario è stato annunciato per discutere sulla possibile realizzazione di un impianto per il trattamento meccanico biologico (TMB) dei rifiuti in località Castellaccio ai confini tra i Comuni di Paliano ed Anagni, che dovrà raccogliere i rifiuti della capitale. Già altri Comuni quali Anagni, Serrone e Paliano hanno preso una netta posizione in disaccordo con l’eventuale realizzazione di tale impianto investendo la Provincia che anch’essa ha preso una posizione di contrarietà.

«Non possiamo esimerci da questo pericolo - ha commentato il sindaco Tommaso Cittadini - la Regione sta facendo diventare questa zona la pattumiera di Roma, è un’idea pazzesca. Inoltre i nostri rappresentanti in Regione, che in questa zona nord della Provincia hanno ottenuto la differenza dei voti che gli ha permesso di rappresentarci in Provincia non possono essere indifferenti al nostro appello ed attivarsi per impedire l’irrimediabile. Ci uniamo dunque alla posizione di contrarietà posta dai Comuni limitrofi e Provincia contro il pericolo di ulteriore scempio del nostro territorio».
Posizione unanime quella del delegato all’ambiente Paolo Passa che afferma: «Il rischio è grande, mentre Colfelice e Roccasecca devono smaltire i rifiuti dei Comuni di Latina, allo stesso tempo Paliano con Castellaccio dove si vuole realizzare un nuovo impianto TMB uguale a quello di Colfelice per i rifiuti romani, dobbiamo essere compatti per sentire la nostra voce».
Dalla minoranza pigliese il consigliere Cristian Scarfagna alzi i toni: «Bene ha fatto il Sindaco Cittadini ad annunciare questa seduta straordinaria per prendere posizione contro questo rischio - commenta Scarfagna - ma ci tengo a sottolineare che in Regione è proprio il centro destra con i suoi rappresentanti della nostra Provincia Franco Fiorito, Mario Abbruzzese ed Alessandra Mandarelli, a far capire che sono loro a volere questo scempio. Infatti nei giorni scorsi è stato bocciato con un voto di scarto l’emendamento a difesa del nostro territorio contro l’impianto TMB presentato dal consigliere regionale del PD Francesco Scalia, in seduta Fiorito ed Abbruzzese erano assenti, mentre Alessandra Mandarelli ha votato contro, accettando questo scempio. Sono concorde con il consigliere Scalia, nel dire che è  il centro destra in Regione con i rappresentanti della nostra Provincia, che gridano tardivamente sui giornali, e poi in Regione si nascondono o addirittura sostengono palesemente questo scempio, trasformando questo territorio nella pattumiera di Roma. Il Sindaco Cittadini e gli altri Sindaci del centro destra farebbero bene a chiedere chiarimenti ai loro rappresentanti in Regione».

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Febbraio 2012 16:17

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito