il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Aeroporto Frosinone, la Polverini inverte la rotta: "La Regione partecipa solo per 200mila euro"

Aeroporto Frosinone, la Polverini inverte la rotta: "La Regione partecipa solo per 200mila euro"

ROMA - "La Regione Lazio entrerà nella Società Aeroporto di Frosinone con circa 200mila euro". E' la rivelazione in diretta Tv, della Presidente Renata Polverini, dopo che alla fine del 2011 era arrivata la decisione di partecipare alla società, che dovrebbe costruire e gestire il nuovo scalo in Ciociaria, per un milione di euro.

Un dietrofront della governatrice del Lazio ammesso davanti alle telecamere de La7, durante la trasmissione Gli Intoccabili, andata in onda ieri sera. Il conduttore Gianluigi Nuzzi dedica la puntata a "le caste", coloro che si arricchiscono alle spalle della politica, sempre e comunque a svntaggio dei bilanci pubblici e dei soldi di tutti  i cittadini. Si parla di società miste pubblico-private, di controllanti e controllate, di politici trombati che assurgono alla qualifica di manager, di infrastrutture inutili e aeroporti regionali, quelli siciliani e veneti, molisani, lombardi e laziali. E così arriva la domanda specifica su Frosinone. La presidente prima ridimensiona la cifra con cui si impegnerà la sua Giunta nella società dello scalo ciociaro e poi giustifica: "Abbiamo dovuto rimettere in bilancio quella cifra (un milione ndr) perchè era un impegno della Giunta precedente". "Colpa degli altri - chiede Nuzzi - ma non è  che occorre gratificare il presidente del Consiglio regionale ciociaro Mario Abbruzzese?" Qui la Polverini sorride: "Assolutamente no, nella passata legislatura Abbruzzese non era proprio in Consiglio!". Nuzzi presenta poi uno studio di varie istituzioni di ricerca (tra cui Nomisma) che verrà discusso al tavolo col ministro dello sviluppo Corrado Passera nei prossimi giorni. Si parla di aeroporti nazionali e regionali. Si cita Frosinone tra quelli che "dovranno dimostrare di essere sostenibili economicamente e finanziariamente". Un'anticipazione, quella di Nuzi, a cui subito si accoda la Polverini. Quindi domanda secca del conduttore: "Lei crede nell'aeroporto di Frosinone?" Risposta: "Ci credono gli imprenditori" e quello che una Regione può fare é "sostenere" la costruzione di uno scalo "che ha una valenza commerciale" spiega a più riprese. E poi ammette: "Sò però che ci sono problemi con l'Enac". Quali siano questi problemi la Polverini non lo chiarisce, ci sono dei pareri che l'ente nazionale che si occupa di aviazione civile deve ancora dare e dei rilievi che sarebbero stati mossi. Il dato politico però è clamoroso: la Regione parteciperà per un quinto, rispetto alle previsioni, della società aeroporti frusinate. Una sconfessione politica di quanti nella sua stessa maggioranza e nella provincia di Frosinone credono nell'utilità di questo scalo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Febbraio 2012 17:57

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito