il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Frosinone, il 31 Consiglio aperto contro chiusura Province

Frosinone, il 31 Consiglio aperto contro chiusura Province

FROSINONE - Il prossimo  31 Gennaio 2012 tutte le Province italiane saranno impegnate in Consigli Provinciali aperti per ribadire il netto dissenso ad una Italia senza  le Province. Il Consiglio Provinciale di Frosinone si riunirà alle ore 10,00.  Si tratta di un evento che riveste una enorme importanza sia dal punto di  vista politico, per continuare a sostenere e dare forza al lavoro che l’Upi (Unione delle Province Italiane) sta portando avanti nei confronti dei partiti,  del Governo e del Parlamento, sia per informare i cittadini e le comunità  locali rispetto all’operazione di cancellazione delle Province che non  comporterà che aggravi di costi e gravissime ripercussioni sulla vita e le  istanze dei territori. «Lo scopo – dice il Presidente della Provincia di Frosinone e dell’Upi Lazio, Antonello Iannarilli - è riuscire a fare comprendere alle nostre comunità non  solo il valore esclusivamente demagogico e propagandistico della campagna  contro le Province, ma anche cosa accadrebbe all’Italia, ai cittadini, una  volta che saranno cancellate. Per questo la giornata del prossimo 31 gennaio  dovrà essere un momento di riflessione e dibattito, ma soprattutto un’occasione  per dare sostanza e concretezza all’operazione verità che l’Upi sta portando  avanti attraverso Dossier e studi, come quello elaborato dalla Bocconi, sui  reali costi delle Province, sui servizi resi ai cittadini, sull’utilità e il  valore di questa istituzione e sulle falsità rispetto agli inesistenti risparmi  che si avrebbero dalla loro abolizione.
Al Consiglio Provinciale aperto, davanti ai cittadini ma anche dei Sindaci  della nostra provincia, ai parlamentari sia nazionali sia regionali e a tutti  coloro che rappresentano delle istituzioni territoriali, sarà sottoposto per l’ approvazione un Ordine del giorno definito nell’ultima riunione del  Coordinamento dei Presidenti di Consiglio provinciale. Sono certo – conclude Iannarilli - che si comprenderà la grande importanza  dell’evento e che insieme riusciremo a rendere questa iniziativa una  straordinaria manifestazione in difesa della democrazia e delle istituzioni del  Paese».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito