il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Filettino, tavola rotonda sul decreto milleproroghe

Filettino, tavola rotonda sul decreto milleproroghe

FILETTINO - Più tempo a disposizione dei piccoli Comuni, e in particolare di quelli al di sotto dei mille abitanti, e un ulteriore approfondimento sul processo legislativo in corso per riorganizzare il sistema delle autonomie locali. Questo è il risultato degli emendamenti  approvati nei giorni scorsi dalle Commissioni Affari costituzionali e bilancio in sede di esame del Decreto Milleproroghe.
«Le Commissioni riunite Affari Costituzionali e Bilancio della Camera, in occasione della conversione del dl milleproroghe, accogliendo il senso delle pressanti richieste di Anci, hanno approvato un proroga di nove mesi dei termini maggiormente critici previsti dall'art.16 della manovra estiva sui piccoli Comuni ed anche dei termini, già prorogati di sei mesi nel decreto, entro i quali i Comuni fino a 5.000 abitanti, devono assicurare il completamento delle disposizioni relative all'esercizio delle funzioni fondamentali (di cui all'art. 14 del dl 78/2010)’». Sulla questione è intervenuto il coordinatore del MSI-Fiamma Tricolore Michele Iannarilli ex-sindaco di Filettino: «La proroga di 9 mesi è un'importante occasione per affrontare ed analizzare insieme il decreto, un tempo utile perché i piccoli Comuni come Filettino possano presentarsi ed affrontare questa nuova situazione -commenta Iannarilli-. Con il supporto della struttura provinciale del MSI-Fiamma Tricolore, e dell'ANCI abbiamo organizzato per sabato pomeriggio presso il locale "La Taverna dei Re" a Filettino una tavola rotonda dove confrontarsi e dalla quale usciranno proposte valide per i piccoli Comuni. Mettendo da parte le burle e varie carnevalate su un fantomatico Principato di Filettino, è tempo di concretezza per dare valide e concrete risposte ai cittadini e Filettino deve essere pronto per questa nuova fase se vuole sopravvivere. Filettino forse qualcuno dimentica (Iannarilli fa riferimento al Sindaco Luca Sellari) è un Comune della Repubblica Italiana, e come tale rispetta le normative di Stato, non siamo anticostituzionali e non possiamo farci trovare impreparati, per colpa dell'egocentrismo di chi dovrebbe rappresentarci e non lo fa».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito