il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Acuto, Amministrazione soddisfatta per esito del piano scuole

Acuto, Amministrazione soddisfatta per esito del piano scuole

ACUTO - L’Amministrazione comunale di Acuto commenta con soddisfazione l’approvazione del maxi-emendamento da parte della Commissione Scuola della Regione Lazio al Piano di dimensionamento scolastico provinciale di Frosinone, che ha scongiurato l’aggregazione dell’istuto scolastico con quello di Serrone. «È un risultato positivo che premia l’unità di intenti e le azioni portate avanti fin da subito dall’Amministrazione Comunale, dai gruppi consiliari e dai loro referenti politici regionali, dal corpo insegnante e dal comitato civico che si è costituito su questo problema.

Insieme a tutti loro ringraziamo, per la disponibilità e l’appoggio che ci ha garantito, il Presidente del Consiglio Regionale Mario Abruzzese, e lo stesso Assessore Provinciale, prof. Quadrini, che, strada facendo, ha ripensato le sue convinzioni sul piano di dimensionamento scolastico, scuole di Acuto comprese, e collaborato per la sua modifica», si legge in una nota ufficiale diffusa ieri attraverso il sito istituzionale del Comune.
Il sindaco Augusto Agostini ha precisato: «Esprimo piena soddisfazione per questo risultato, che ritengo sia di tutta la comunità Acutina, e rinnovo i ringraziamenti a quanti, genitori, insegnanti, cittadini, politici, si sono impegnati in questa battaglia democratica. Allo stesso tempo debbo purtroppo registrare il maldestro tentativo di attribuire ad un partito politico ed addirittura a persone mai apparse in questa vicenda, i meriti di tale risultato. Una evidente, non nuova, strumentalizzazione partitica e, cosa ancora più grave, una inaspettata offesa ai tanti che disinteressatamente e senza obiettivi di parte si sono lodevolmente impegnati per il perseguimento di un obiettivo comune».
Dallo scorso mese di novembre l’Amministrazione si era impegnata per scongiurare il pericolo di un’accorpamento con Serrone: a tal fine erano state organizzati una serie di incontri con l’assessore provinciale, ma anche con il presidente Abbruzzese. A dicembre il Comune aveva fatto diffidare dal procedere preannunciando la possibilità di un ricorso al TAR contro l’eventuale decisione di accorpamento.
Il voto della Commissione Scuola della Regione Lazio ha scongiurato questa eventualità in modo, tutti sperano, definitivo.



Ultimo aggiornamento Mercoledì 25 Gennaio 2012 18:14

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito