il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Piano Dimensionamento Scolastico, per Frosinone approvato maxiemendamento

Piano Dimensionamento Scolastico, per Frosinone approvato maxiemendamento

FROSINONE - Sembra scongiurato il temuto accorpamento fra le scuole di Acuto e quelle di Serrone. Il Piano di Dimensionamento Scolastico per la provincia di Frosinone è stato infatti ridisegnato da un maxi-emendamento complessivo approvato oggi in avvio di discussione dalla Commissione Scuola del Consiglio Regionale del Lazio presentato dalla Presidente Olimpia Tarzia.
Oggi è iniziata la trattazione del piano con osservazioni riguardanti le province di Roma, Latina, Viterbo e Frosinone. «È un lavoro molto impegnativo - ha dichiarato Tarzia - perché si tratta di un tema che riguarda da vicino le famiglie della nostra regione e tante sono le istanze che provengono dai cittadini».

Ad inizio seduta la commissione aveva respinto, a maggioranza, una risoluzione presentata da Nobile e sostenuta anche dai consiglieri Di Stefano e Filiberto Zaratti (Sel), con la quale si chiedeva alla Giunta di prorogare all'anno scolastico 2013/2014 il termine per l'adozione del piano di dimensionamento e di stabilire deroghe ai criteri meramente numerici adottati.
«Non comprendiamo la fretta di concludere un piano così complicato - aveva spiegato Fabio Nobile (FdS) - che non tiene conto delle esigenze di offerta formativa dei territori, non sufficientemente coinvolti. Non si comprende, poi, perché la proposta della Giunta regionale tagli 39 dirigenze in più rispetto alle richieste del Governo nazionale».
«Tutte le Regioni stanno procedendo al dimensionamento - aveva obiettato l'assessore competente Gabriella Sentinelli - e dal ministero non è arrivata nessuna risposta alla richiesta di proroga che era stata presentata a novembre dalla Conferenza Stato-Regioni. La delibera di Giunta risponde quasi totalmente alle indicazioni arrivate dalle Province, è stato fatto un lavoro complesso e molto importante».
L'esame del Piano di dimensionamento proseguirà domani mattina, a partire dalle ore 11, quindi ulteriori modifiche al testo definitivo sono ancora possibili.
Sulla questione si è espresso il Circolo Sinistra Ecologia e Libertà di Acuto, che in una nota firmata dalla segretaria Laura Meloni esprime «grande soddisfazione per  la decisione della Commissione Regionale scuola di modificare il piano di dimensionamento scolastico, che rende finalmente giustizia alla battaglia intrapresa da Sel per scongiurare l’accorpamento delle scuole di Acuto con Serrone, lasciando invece i nostri plessi uniti con le scuole di Fiuggi come storicamente è sempre stato. Questa decisione, cui hanno contribuito in maniera determinante i consiglieri regionali di sel

Nieri e Zaratti, ribadisce il concetto di autodeterminazione dei territori vanificando gli oscuri disegni di chi, a nostra insaputa, aveva utilizzato le scuole di Acuto come un pacco postale utile solo ai propri interessi. Un ringraziamento va al comitato di genitori, insegnanti e cittadini spontaneamente sorto nel nostro paese, che più di ogni altro ha capito la serietà della cosa e il rischio di arretramento che correvano le nostre scuole, e ai consiglieri comunali di SEL per l’impegno dimostrato anche in questa occasione per il bene del nostro paese».

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Gennaio 2012 18:20

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito