il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Provincia, fioritiani chiedono verifica programmatica a Iannarilli

Provincia, fioritiani chiedono verifica programmatica a Iannarilli

FROSINONE - Chi sperava in una pace definitiva dopo i turbolenti tre mesi precedenti che hanno portato al rimpasto di Giunta all'interno dell'Amministrazione provinciale di Frosinone si sbagliava di grosso. E chi ha fatto male i conti sembra proprio il Presidente Antonello Iannarilli. La squadra degli assessori e consiglieri del Popolo della Libertà, che fa capo al consigliere regionale Franco Fiorito infatti, ha chiesto con forza a Iannarilli una verifica sull'attuazione del programma della coalizione di centrodestra a tre anni dall'elezione. La componente del PdL ciociaro, con in testa il  neovicepresidente della provincia Alessandro Cardinali, insieme al neo entrato consigliere Antonio Maulu, nominato portavoce del gruppo dei "fioritiani", ha infatti espresso perplessità circa alcune proposte del Presidente che vengono apprese a mezzo stampa ma che, a loro modo di dire, non sarebbero coincidenti del tutto con il programma con cui il centrodestra ha vinto le elezioni provinciali. In special modo Cardinali e Maulu in un documento a firma anche di Di Carlo, Tagliaferri e Colantonio, puntano il dito contro la recente discussione in Consiglio del Piano strategico di sviluppo che non sarebbe affatto stata comunicata al gruppo che fa capo al PdL, nonché l'istituzione di un Tavolo di sviluppo provinciale di cui ugualmente i fioritiani dicono di non essere mai stati messi al corrente. Il riferimento chiaro è dunque ad un'assenza di comunicazione tra Iannarilli e una parte della sua Giunta e del Cosiglio provinciale ma anche tra i vertici del partito e questa componente del PdL. Un difetto di comunicazione dunque a cui nemmeno il rimpasto di Giunta sembra aver messo fine. La verifica programmatica richiesta sembra dunque l'ennesima tegola per Antonello Iannarilli e per una provincia che alle crisi permanenti e alle turbolenze politiche della maggioranza di Palazzo Gramsci deve evidentemente abituarsi.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Gennaio 2012 14:01

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito