il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Piglio, il sindaco Cittadini: «No a gestione associata per la raccolta differenziata»

Piglio, il sindaco Cittadini: «No a gestione associata per la raccolta differenziata»

PIGLIO - Sabato scorso l'Amministrazione Comunale di Trevi Nel Lazio ha organizzato un'assemblea pubblica, durante la quale sono state affrontate alcune situazioni ed iniziative promosse dal Comune di Trevi quali la convenzione per la Raccolta Differenziata da realizzarsi con i Comuni di Piglio, Filettino e Vallepietra, al quale il Comune di Piglio ha deciso di non aderire per una serie di valide motivazioni. Dal Comune di Piglio, confermando e motivando la decisione di non aderire alla convenzione, sono intervenuti il consigliere comunale delegato all'ambiente Paolo Passa ed il Sindaco di Piglio Tommaso Cittadini.

«Per precisare e dare giusta informazione -commenta il consigliere Paolo Passa- credo sia doveroso intervenire sul progetto per la gestione associata per la raccolta differenziata, in cui Piglio era stato coinvolto con i Comuni di Trevi Nel Lazio, Filettino e Vallepietra. Come già affermato e evidenziato sulla stampa locale, il Comune di Piglio non farà parte di questa convenzione, che non comporta nessuna ottimizzazione del servizio in termini tecnici e pratici per Piglio. In questa convenzione per la gestione associata tra i Comuni di Trevi Nel Lazio, Piglio, Filettino e Vallepietra, il protocollo d'intesa stabiliva che il comune capofila è il Comune di Trevi Nel Lazio ed all'interno dello stesso Comune vengono ubicati gli uffici della sede, sarebbe da capire il perché anche di tale scelta e chi lo ha deciso, tenendo in considerazione che per popolazione Piglio copre solo con la sua metà quella dei tre Comuni uniti, ed in termini di efficienza e disponibilità offre di più. A differenza di Trevi, Filettino e Vallepietra, che ancora non hanno avviato la raccolta differenziata, il Comune di Piglio sono più di 2 anni che attua sul proprio territorio la raccolta differenziata, unirci a questa convenzione sarebbe controproducente facendoci arretrare di 2 anni.
Fin da subito io non sono stato d'accordo a questo progetto, in rispetto alla delega di mia competenza, ma anche gli altri Amministratori hanno sostenuto l'impossibilità del coinvolgimento di Piglio, decisione presa in Giunta all'unanimità. Per una giusta e corretta informazione questa è la verità, una conferma a quanto già dichiarato lo scorso novembre, scansando ulteriormente eventuali equivoci».
Anche il Primo Cittadino di Piglio Tommaso Cittadini è intervenuto sulla vicenda dando delle precisazioni a riguardo: «Ho partecipato personalmente ai vari incontri tenuti insieme ai rappresentanti degli altri Comuni coinvolti -ha commentato il Sindaco Tommaso Cittadini- Piglio è stato partecipe ad una prima fase a titolo di osservazione per uno studio sul territorio, ma è un progetto che non da frutti in termini di convenienza e crescita per Piglio. Inoltre noi abbiamo un contratto con la TAC-Ecologica che scade fra più di 2 anni, mentre Trevi  ha un contratto in scadenza con Gaia a breve, una motivazione in più che ci allontana ad aderire a questo progetto».
Una convenzione che continua a far parlare a Trevi Nel Lazio, dove non è vista di buon occhio dal gruppo di opposizione, che ha avuto già modo di esprimersi in Consiglio Comunale.
«Uscire dal Consorzio Gaia per il Comune di Trevi Nel Lazio sarebbe una pazzia -commenta il capogruppo di opposizione Silvio Grazioli- per il semplice fatto che Gaia è stata alla fine dello scorso anno 2011 inglobata all'interno della società Lazio Ambiente, il cui  capitale sociale è interamente sottoscritto dalla Regione Lazio, alla quale è inizialmente riservato il 100 per cento delle azioni. Una risposta concreta da parte della Regione Lazio e che da sicurezza a tutti i Comuni (ex GAIA) che ne fanno parte. Perché allora uscire?»

 

Ultimo aggiornamento Martedì 10 Gennaio 2012 22:55

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito