il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Aato5, quasi 3 milioni di euro da Acea

Aato5, quasi 3 milioni di euro da Acea

Sample ImageFROSINONE - Acea Ato 5 ha ottemperato nei giorni scorsi al pagamento della polizza fidejussoria da versare alla Aato 5 della Provincia di Frosinone. E’ l’effetto della sentenza del Tribunale Ordinario di Roma sez. IX Civile che ha respinto il reclamo di Acea Ato5 Spa, in merito alla sentenza della Sezione Feriale del Tribunale di Roma, con la quale era stata respinta la richiesta di inibitoria nei confronti dell’AAto 5 di escutere la polizza fideiussioria di euro 2.843.622,02.
Sample Image«Si tratta – afferma il Presidente della Provincia Antonello Iannarilli – di un fatto molto importante, non solo perché la nostra difesa del diritto dei cittadini ha avuto ragione ma anche perché con questa sentenza si affermano altri lapalissiani diritti che invece Acea, con le sue continue opposizioni in tutte le sedi giudiziali, dimostra di non voler riconoscere.
Voglio sottolineare ancora una volta – continua Iannarilli – come il tentativo di Acea di far passare il principio della “mancanza di una tariffa definitiva” come scusa per non mantenere i propri impegni, dopo che l’Assemblea dei Sindaci si era espressa per cancellare una delibera che aveva aumentato ingiustamente quella tariffa, sia stato di fatto vanificato dalla sentenza del Tribunale ordinario di Roma. L’eccezione avanzata da Acea Ato5 Spa della “impossibilità di esecuzione della propria prestazione” e non di inadempimento, suffragata dalla mancanza, dal 2006, di una tariffa idrica definitiva, non è stata accolta e, anzi, in quella sentenza viene chiarito come una tariffa comunque sia sempre esistita.
Dunque l’ennesima sentenza in nostro favore e avversa ai continui ricorsi di Acea Ato 5 Spa – conclude Iannarilli - attesta il nostro diritto e la correttezza con la quale abbiamo intrapreso e portato avanti le nostre battaglie. Ribadisco anche che siamo stati costretti ai contenziosi legali che, certo, non ci divertono, per salvaguardare il diritto della cittadinanza e confermo che siamo sulla strada giusta per ottenere, sempre in favore dei cittadini, molto altro. In primis la restituzione dei canoni di concessione per oltre 21 milioni di euro, che sono fondamentali per le casse dei Comuni della nostra provincia».

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Dicembre 2011 23:56

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito