il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> PD Lazio: "Vitalizi agli assessori, abrogate quella norma"

PD Lazio: "Vitalizi agli assessori, abrogate quella norma"

ISample ImageSample Imagel Gruppo del Partito Democratico al Consiglio Regionale del Lazio si scaglia contro la norma sui vitalizi, votata l'altra notte, agli assessori esterni e chiede con forza il ritiro dell'articolo 11. “La norma sui vitalizi agli assessori esterni va semplicemente abrogata. Su questo tema non c’è spazio per alcun dialogo. La proposta è offensiva per tutti i cittadini del Lazio, per i 50mila lavoratori in cassa integrazione - scrivono dal PD -per tutti coloro che devono pagare di più la benzina e il bollo auto per muoversi, per i giovani che cercano lavoro e sono in attesa di una pensione che probabilmente non arriverà mai.  L’articolo 11, così com’è, mette nero su bianco un odioso privilegio che, in questa fase di crisi profonda dell’economia nazionale e regionale, è intollerabile.

 

Le argomentazioni dell’assessore (al Bilancio ndr) Cetica, oltre a essere sinceramente imbarazzanti, non ci hanno convinto per niente, anzi. Parziale la ricostruzione della storia dei vitalizi agli esterni nella Regione Lazio. L’assessore ha ricordato quando il vitalizio è stato istituito per tutti, cioè nel 2000 con la Giunta Storace, quando è stato incrementato nel 2003 (sempre con la stessa Giunta), ma ha dimenticato di dire che la norma è stata abolita nel febbraio 2005, sempre nella stessa legislatura Storace, su iniziativa dei consiglieri di centrosinistra. Parziale e volutamente confuso anche il riferimento alle altre Regioni. Dove c’è il vitalizio per gli esterni c’è anche un limite alla loro presenza in Giunta - continua la nota del PD - e limiti temporali per la maturazione del vitalizio. Non è un’emergenza della Regione Lazio, come sostiene questo centrodestra regionale, concedere il vitalizio a 14 cittadini che pro tempore ricoprono una carica istituzionale, per altro ben pagata. Con questo emendamento inoltre il vitalizio potrebbe essere assegnato ad altre decine di persone. In tempo di sacrifici per tutti non c’è posto per questo lusso intollerabile”.


Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito