il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Agenzia Formazione, Scalia invoca intervento dalla Regione

Agenzia Formazione, Scalia invoca intervento dalla Regione

Sample ImageFROSINONE - “È incredibile che ci si scagli così contro i lavoratori la cui unica colpa, se così si può definire, è stata partecipare ad una selezione pubblica prima dell’arrivo di Iannarilli”.

A dichiararlo Francesco Scalia, consigliere regionale PD che ieri ha presentato un’interrogazione urgente alla Presidente Polverini e all’assessore Sentinelli per chiedere alla Regione di intervenire sull’operato dell’amministrazione provinciale di Frosinone in merito alla situazione dei dipendenti dell’Agenzia Formazione . “La procedura di stabilizzazione – si legge nel documento – adottata dall’Agenzia Formazione è stata correttamente applicata in quanto l’Agenzia è un ente pubblico, destinataria in quanto tale delle norme relative alla stabilizzazione del personale precario, il quale peraltro è stato selezionato mediante avviso pubblico”.

"Le motivazioni che hanno spinto l’amministrazione provinciale a procedere con l’annullamento degli atti del 2008 – sottolinea Scalia – a questo punto sono evidenti: distruggere tutto quanto fatto in passato, e poco importa se a rimetterci sono i dipendenti dell’Agenzia. Anche i giudici hanno dimostrato la legittimità delle assunzioni. Per ben 23 volte hanno, infatti, dato ragione ai lavoratori, emanando anche una sentenza di merito e respingendo tutti i ricorsi posti in essere dall’Agenzia contro i provvedimenti cautelari di riassunzione.

L’intervento della Regione - conclude Scalia - si rende opportuno, non solo per difendere il diritto al lavoro dei 35 dipendenti, ma anche perché l’Agenzia opera, oltre che con fondi comunitari, anche con fondi regionali, tra l’altro raddoppiati nel 2009, proprio per l’aumento delle attività formative e gli ottimi risultati raggiunti dal personale dell’Agenzia”.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito