il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Trevi Nel Lazio, In fase di selezione i quaranta volontari per il servizio civile a Trevi Nel Lazio

Trevi Nel Lazio, In fase di selezione i quaranta volontari per il servizio civile a Trevi Nel Lazio

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

altTREVI NEL LAZIO - Il progetto di Servizio Civile presentato a metà anno, dal Comune di Trevi Nel Lazio è stato valutato positivamente ed inserito nella graduatoria regionale e finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Ma c’è di più, visto che in questa progettualità sono stati coinvolti ben 40 giovani del posto tra i 18 ed i 28 anni, portando così il Comune di Trevi Nel Lazio a classificarsi come primo Comune della Regione Lazio, per numeri di volontari di servizio civile. Due sono i progetti presentati: “Ambiente e salute” ed “Il Patrimonio e la Memoria”, entrambi rappresentano un’opportunità per questi ragazzi, per riscoprire come le proprie attività e il proprio servizio generino valore e beneficio non solo per se stessi, ma anche per singoli individui o per la collettività intera. Tutto questo partecipando concretamente alla vita sociale e comunitaria, mettendo a disposizione i propri saperi, i propri talenti, le proprie energie e il proprio tempo, per finalità condivise e socialmente rilevanti. Durante la settimana si è svolta la selezione per il progetto “Il Patrimonio e la Memoria” che darà modo a 20 ragazzi di operare in ambito culturale e storico per la promozione del territorio di Trevi Nel Lazio. “Sono molto soddisfatta –ha sottolineato l’Assessore al Sociale Stefania Mari- il lavoro svolto è stato ampiamente premiato ottenendo il coinvolgimento di 40 giovani che svolgeranno attività di servizio civile in questi due progetti. Nel particolare quest’ultimo legato all’aspetto storico culturale, ha come obiettivo generale quello di contribuire a potenziare e migliorare i servizi offerti in ambito museale della Regione Lazio in particolare nella zona di Trevi nel Lazio, attraverso la creazione di una rete museale regionale funzionante, ed alla realizzazione di un archivio del patrimonio posseduto, che possa rendere fruibile al pubblico ed agli esperti del settore il patrimonio storico locale della Regione Lazio. Specificatamente si potenzieranno le attività di catalogazione, di conservazione e valorizzazione dell’ingente patrimonio posseduto. Per i nostri volontari vi saranno come benefici l'esperienza lavorativa utile e fruttuosa per fini lavorativi oltre che di crescita personale. Saranno aumentate lo sviluppo e la capacità di comunicazione, le relazioni, l'interazione, il lavorare in gruppo, il lavorare in autonomia, in condivisione apprendendo specifiche competenze e valorizzando le capacità di partecipazione civica e di impegno sociale”. I giovani selezionati saranno impegnati nei due progetti per dodici mesi riceveranno un assegno mensile di 433,80 euro, ed anche questo rappresenta un aspetto importante considerando l’attuale situazione di stallo lavorativa che si vive sul territorio nazionale, in questo modo i giovani faranno esperienza investendo le proprie capacità per il loro territorio, conoscendolo allo stesso tempo meglio, apprezzandolo di più ed amandolo di più , ed anche quest’ultimi rappresentano un importante successo dell’Amministrazione del Sindaco Silvio Grazioli.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito