il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Roma, l’on. Pilozzi presenta interrogazione sui fornitori esteri di Agusta Westland: «C’è vera convenienza?»

Roma, l’on. Pilozzi presenta interrogazione sui fornitori esteri di Agusta Westland: «C’è vera convenienza?»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

FROSINONE - Ancora un’interrogazione dell’On. Nazzareno Pilozzi, deputato di Libertà e Diritti per i Socialisti europei (LED) alla Camera, a difesa del tessuto imprenditoriale locale.
Pilozzi infatti, ha chiesto ai ministri dell’Economia e dello Sviluppo economico di verificare se Agusta Westland, società del gruppo Finmeccanica, dopo aver cambiato completamente il sistema dei fornitori di ricambi presso i suoi stabilimenti, scegliendo imprese estere al posto di fornitori italiani, stia effettivamente riducendo i costi oppure se, in realtà, i costi siano rimasti gli stessi o addirittura siano superiori a prima.
Agusta è oggi presente in Provincia di Frosinone con ben due stabilimenti, quello di Frosinone e uno ad Anagni, che danno lavoro a centinaia di persone tra occupati diretti e indotto. «Sono proprio queste ultime imprese ad essere state danneggiate dalla scelta dei vertici di Agusta», ha dichiarato Pilozzi nel suo intervento. «Ma oltre al danno di possibili perdite di posti di lavoro, cosa che nella nostra Provincia ridotta al collasso sarebbe gravissimo, si aggiunge la possibile beffa dovuta al fatto che, dovendo i ricambi giungere dall’estero e da imprese che non conoscono le modalità di produzione degli stabilimenti locali, in realtà l’azienda potrebbe arrivare anche a spendere più di quanto spendeva in precedenza poiché gli scarti e i ritardi nella produzione sono molto più diffusi di prima.
I lavori svolti negli stabilimenti AW sono di alta specializzazione e precisione e la scelta delle attrezzature e/o i materiali di consumo è di fondamentale importanza ai fini dell'efficienza della produzione. Ciò rende essenziale l'esperienza maturata in questi anni nei rapporti tra fornitori locali e committente, esperienza che ha ridotto al minimo gli scarti di produzione e, dunque, le perdite economiche connesse», si legge nell’interrogazione di Pilozzi.
«Mi auguro che i Ministri competenti intervengano subito poiché non possiamo permetterci ulteriori chiusure di imprese locali, perché di questo stiamo parlando, né che Agusta lavori in perdita ponendo a rischio la produzione locale», ha concluso l’Onorevole.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito