Cotral spa, secondo Cottarelli è sotto di 15 mln di euro. De Vincenzi : "Sono dati del 2012"

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

altROMA - E' guerra di numeri tra il Commissario governativo alla Spendig review Carlo Cottarelli (in foto) e i vertici della società Cotral spa.

Nei dati pubblicati dal commissario infatti, relativi a quanto pare al 2012, la società dei trasporti laziale appare in perdita di di circa 15 milioni di euro. Da qui l'etichetta di azienda partecipata che sperpera denaro pubblico.

Immagine a cui però il Presidente Domenico De Vincenzi si oppone drasticamente, snocciloando altri dati.

E così in un comunicato cofirmato insieme all'amministratore delegato di Cotral Vincenzo Surace, De Vincenzi scrive: "Prendiamo atto con stupore della scarsa consistenza e superficialità dei dati pubblicati dall’ufficio del dott. Cottarelli e delle conseguenti valutazioni dedotte dagli organi di stampa circa lo stato di salute economico e finanziario della Cotral SpA che non sono stati affatto rappresentati in termini di attualità,e che sono ben disponibili agli addetti ai lavori poiché resi doverosamente pubblici dalla Società.

È indispensabile chiarire, infatti, che la Cotral Spa ha raggiunto un primo importante obiettivo al 31/12/2013 con un conto economico in attivo di circa 2.6 milioni di euro, ma soprattutto con un patrimonio netto di poco meno di 20 milioni di euro, ovvero superiore del 75% rispetto al valore del capitale sociale.

Si segnala, inoltre, - prosegue la nota - che il margine operativo lordo (MOL) nell'anno 2013 è in positivo per circa 18.5 milioni di euro. Un trend più che incoraggiante che prosegue anche nel 2014: nel primo semestre dell’anno, infatti, il dato caratteristico gestionale mantiene in attivo i conti della  Società.

Tutto questo nonostante Cotral SpA vanti crediti per centinaia di milioni di euro nei confronti di Atac Spa con ovvie ricadute negative sul proprio bilancio. A questo proposito, infatti, è bene chiarire ulteriormente che la Regione Lazio ha solo pagato i debiti per interessi che ha maturato con l'Azienda regionale e che, viceversa, a causa del mancato pagamento di ATAC, siamo ancora costretti a pagare a nostra volta interessi ai fornitori".

 

altSi invita, pertanto, chiunque ha diffuso dati ormai brillantemente superati - prosegue De Vincnezi - a valutare la circostanza che la diffusione al mercato di notizie non verificate può legittimamente indurre lo stesso in errori di valutazione, con danni procurabili  alla Cotral SpA.

Pur comprendendo la necessità del Dott. Cottarelli e del suo staff di dover procedere ad una catalogazione di indubbi sprechi che albergano nella Pubblica Amministrazione, negli Enti e nelle Società Pubbliche, invitiamo gli stessi a porre una maggiore attenzione e scrupolosità all'analisi delle situazioni complessive che interessano soprattutto le Società che, come Cotral, hanno già raccolto da tempo i dettami della Spending Review e delle norme restrittive di legge che la stessa Regione Lazio ha imposto a questa Società.

Non può essere ammesso, infatti, il pressappochismo - conclude la nota Cotral -che ha caratterizzato la diffusione di notizie che collocano impropriamente la Cotral Spa ai primi posti di una classifica che inspiegabilmente non tiene conto di altre importanti realtà societarie, anche nell'ambito del Trasporto pubblico, che, rispetto a dati oggettivi e attuali, si attesterebbero inequivocabilmente ai vertici per perdite milionarie ben note, questo si, agli addetti ai lavori".

Share

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito