il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Regione Lazio, SIL Frosinone Anagni: 80 milioni per il rilancio dell’area produttiva in crisi

Regione Lazio, SIL Frosinone Anagni: 80 milioni per il rilancio dell’area produttiva in crisi

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ROMA - È giunta oggi la firma dell’accordo per il rilancio economico e occupazionale del Sistema Locale del Lavoro (Sll) di Frosinone-Anagni tra la Regione Lazio, il Ministero dello Sviluppo economico, la Provincia di Frosinone e Invitalia e l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa.
«È questo il frutto di un lungo e complesso lavoro messo in campo da questa amministrazione sin dal suo insediamento ed è il segno tangibile di quanto questa Giunta creda profondamente nella riqualificazione e nel rilancio tanto del tessuto produttivo ciociaro quanto di quelli di tutta la Regione».

Lo affermano in una nota congiunta l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente e l’assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani.
«Quella di oggi è una prima forte e seria risposta alla grave crisi produttiva e occupazionale dell’area di Frosinone-Anagni, che mette in campo provvedimenti concreti che attrarranno investimenti in questo territorio e stimoleranno la nascita di numerose e innovative start up. Vogliamo andare oltre il salvataggio di aziende e posti di lavoro – concludono Valente e Fabiani - e far nascere un nuovo, stabile e duraturo modello di sviluppo territoriale. Con la firma dell’Accordo di programma di oggi siamo riusciti a  mantenere una promessa che avevamo fatto poco dopo l'insediamento della Giunta Zingaretti e abbiamo compiuto un passo fondamentale per un territorio colpito da una pesante crisi industriale».
L’accordo prevede tra l’altro l’istituzione di un Comitato di coordinamento presieduto dal Mise e composto da 4 membri: 2 in rappresentanza del ministero e 2 in rappresentanza della Regione Lazio. Il Comitato verificherà da un punto di vista tecnico-amministrativo le attività delle amministrazioni coinvolte e delle imprese beneficiarie delle agevolazioni.
Il senatore Francesco Scalia ha commentato:  
«Con la firma dell’Accordo di Programma oggi inizia la fase di rilancio dell’area industriale tra Anagni e Frosinone  che consentirà di creare sviluppo e nuova occupazione rispondendo concretamente alla crisi che ha colpito duramente la Ciociaria, soprattutto dopo il fallimento della ex Videocon di Anagni.
Abbiamo portato avanti in questi mesi un lavoro di squadra che ha permesso, grazie all’impegno di tutti gli attori protagonisti dello sviluppo della provincia, di raggiungere questo primo grande risultato.  Vorrei rivolgere un ringraziamento particolare al presidente Zingaretti e al Ministro Zanonato che hanno garantito questa straordinaria occasione per il rilancio industriale della nostra provincia. Adesso – conclude Scalia - procediamo con l’acquisizione dello stabilimento ex VDC da parte dell’ASI perché venga messo a disposizione di nuove attività produttive,  che avrebbero come unico vincolo quello della riassunzione del personale ex Videocolor».

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Agosto 2013 16:38

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito