il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Longo, caso Videocon: «Ma dove sono i politici del Nord della Ciociaria?»

Longo, caso Videocon: «Ma dove sono i politici del Nord della Ciociaria?»

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

ACUTO - Inizio a scrivere che sono le 15,15 di domenica 19 maggio 2013. Ho appena assistito alla trasmissione condotta su Rai 1, da Massimo Giletti nel corso della quale, dopo settimane di anticamera, è stata finalmente data voce hai lavoratori della ex Videocon. Nel corso della trasmissione è stato brevemente intervistato un lavoratore, e mio compaesano, Augusto Cori, che con grande lucidità è riuscito, pur nei tempi stretti televisivi, a spiegare cosa è successo in quel sito industriale e come l'intera classe politica, aggiungo io con la complicità di gran parte di quella sindacale, abbia consentito la distruzione di quella azienda, che tanto benessere aveva portato, negli anni, all'intero territorio del Nord della Ciociaria. Cori terminava il suo intervento riferendo il fatto che al proprietario Indiano di questa fabbrica, sia stata persino assegnata l'onorificenza di cavaliere del lavoro, cosa che, e non poteva essere diversamente, ha causato l'ilarità dei presenti in studio Cicchitto, del PDL, e Bonafè, del PD, compresi.
Per chiarezza, notizia di questa trasmissione era stata data, in varie occasioni, da Augusto Cori che successivamente aveva anche aggiornato la data e quindi risulterebbe pretestuosa l’eventuale giustificazione che della cosa non si sapeva. Tutto ciò premesso e riferito non posso sottacere la vergognosa assenza di tutti i rappresentanti locali del territorio, ad iniziare dagli eletti nel Comune di origine dell'intervistato e cioè Acuto, tanto per essere chiari il Sindaco Agostini, il consigliere di minoranza Bellucci anche nella sua veste di Presidente, in prorogazio, della Comunità montana e dell’altro consigliere di minoranza Claudio Cori, proseguendo per tutti i Sindaci del comprensori per giungere ai due parlamentari Europei De Angelis e Pallone, terminando con l'On. Pilozzi, eletto nel collegio Lazio2, che comprende, tra gli altri, l'intero territorio della provincia di Frosinone.
Ma come è possibile, mi chiedo, che una trasmissione televisiva nazionale tratti, uno dei problemi occupazionali, più gravi del nord ciociaro e nessuno, ripeto nessuno, di costoro si sia sentito in obbligo di supportare, fosse pure con la loro presenza visiva, un lavoratore che da solo, si è dovuto far portavoce di questo dramma? Ma perché questi Signori sempre pronti a farsi intervistare dai pennivendoli zerbini della testata Vecchia Ciociaria ia, ia o, così come da Teleinverso e similari, si sono dati alla macchia quando si trattava di intervenire in una trasmissione televisiva di caratura nazionale? Ma come mai tanta enfasi mediatica quando ad Acuto venne in visita Passera, non nel senso popolare con cui si indica il sesso femminile, ma come ministro dello Sviluppo nel governo Monti, strombazzato in tutti i modi ed oggi tutti invisibili?
Io in varie occasioni ho avuto modo di esprimere la mia solidarietà a tutti i lavoratori ex Videocon, lo faccio ancora una volta in questa occasione, estendendo la mia vicinanza a tutte le vostre famiglie. Signori battetevi , se possibile, con sempre maggiore determinazione e quando vi capiterà ricordatevi di questi soggetti.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito