il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Anagni, ex Videocolor: il caso diventa "simbolo" della crisi 2012 per i media nazionali

Anagni, ex Videocolor: il caso diventa "simbolo" della crisi 2012 per i media nazionali

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

altANAGNI - C'era bisogno di fallire perché se ne parlasse. C'era bisogno di lettere di licenziamento perché il caso della ex Videocolor assurgesse ufficialmente alle cronache nazionali.

  E' l'ultimo amaro destino toccato ai 1300 operai del sito anagnino di Frattarotonda.

Quella che è stata la seconda fabbrica del Lazio infatti si è dovuta  "accontentare" di essere annoverata, dal TG1 delle Venti della Vigilia di Natale, tra i casi di riconversione industriale falliti e tra le dieci crisi occupazionali "simbolo" del Paese, dal sito dell'Huffington Post per l'anno che si sta concludendo.

Pochi secondi di tv e qualche riga sul web per raccontare all'opinione pubblica che c'è anche Anagni e la Provincia di Frosinone a soffrire amaramente per una crisi economica terribile. Che ci siamo anche noi a pagare dazio per una politica che non ha saputo governare bene, evidentemente, i processi internazionali globalizzanti. Che anche da queste parti non si è saputo riconvertire e riutilizzare, come sarebbe potuto accadere per il sito industriale tra i più importanti del Lazio. Ma soprattutto che anche da noi persone e famiglie soffrono economicamente e moralmente, perchè non solo rimpiangono errori (soprattutto di altri) passati ma nemmeno vedono possibilità di futuro.

E' la fotografia della vertenza ex Videocolor, che ci consegna l'anno 2012 che se ne va. Ma chi vive danoi no ha bisogno di simboli per ricordare. Basta incrociare  i volti di "Gino, Giuseppe, Augusto, Daniela, Sandro, Antonio, Giovanni, Alfredo e altri 1300 ex Videocolor", licenziati in attesa della mobilità, ma con la speranza che si riattivi da parte del Governo la Cassa integrazione per una ulteriore proroga fino a giugno. Non sono simboli sono persone in carne e ossa che attendono che si apra, finalmente, una prospettiva occupazionale che però tarda a intravvedersi.

Il 14 gennaio prossimo al Ministero dello Sviluppo economico a Roma si ridiscute di ex Videocolor, si dovrà di nuovo fare i conti con lo stato di crisi per Anagni e l'area nord della Provicia di Frosinone richiesto dal Tavolo provinciale. Gino, Giuseppe, Augusto, Daniela..... saranno di nuovo in piazza. Con il cuore a mille, i volti sempre più logorati da mille battaglie e un orecchio teso alla possibilità di proroga di sei mesi della cassa integrazione. L'unica piccola luce per l'anno che si apre. Chissà se anche dai media nazionali continueranno ad accorgersi di questi volti e di queste storie.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito