il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Paliano, su AMEA duro attacco di Alfieri al sindaco Sturvi: «È sua la responsabilità della riduzione del capitale»

Paliano, su AMEA duro attacco di Alfieri al sindaco Sturvi: «È sua la responsabilità della riduzione del capitale»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

PALIANO - Il consigliere comunale di opposizione Domenico Alfieri ha diramato una dura nota contro il comportamento del sindaco di Paliano, Maurizio Sturvi: «Ormai siamo all'assurdo. Il Sindaco Sturvi non comprende che i tempi sono cambiati, che la cultura personale di ogni cittadino non è più quella di 30 anni fa, che i mezzi di informazione non sono più quelli di un tempo, che oggi ognuno di noi è ben informato e soprattutto si informa...
E così accade che in consiglio comunale nella serata di ieri sera cerca di far passare il messaggio che la riduzione di capitale sociale dell'AMEA (atto gravissimo per una azienda...) è stato causato dalle amministrazioni precedenti. Non ho l'esigenza personale di difendere le amministrazioni precedenti in quanto dal 1999 mi trovo all'opposizione (da quando faccio politica) ma mi sento di affermare per dovere di cronaca e per onesta intellettuale che ciò è falso e pretestuoso.
Questa amministrazione non è riuscita a dare una nuova prospettiva alla nostra Azienda, ad ampliare il volume di affari, a diversificare gli investimenti.
Ha gestito in modo sufficiente l'ordinaria amministrazione producendo tra l'altro atti che non vanno sicuramente nella direzione di salvare l'Azienda ed evitare la riduzione del suo capitale sociale.
Accade cosi che il sindaco nell'Assemblea degli azionisti del 06/08/2012 TRIPLICA, si signori, TRIPLICA il compenso al consiglio di amministrazione rispetto all'anno precedente con la giustificazione che lo stesso ha ben operato e che tale provvedimento sia da stimolo per il futuro...
Accade  che sotto la sua gestione i costi per i servizi sono risultati i più alti degli ultimi 5 anni (basti pensare alle spese legali e notarili che da € 50.000 passano a circa € 120.000) influendo per circa il 30% sul fatturato.
Accade che le perdite dell'Azienda AMEA SpA nel 2009 (anno in cui ereditò la gestione dell'Azienda) erano dovute a crediti dell'azienda ancora non riscossi mentre oggi non a questo ma a fatti gestionali che non ha chiarito in consiglio...
accade  che l'utile tanto acclamato dal Sindaco di circa € 85.000 di quest'anno non ha evitato la riduzione del capitale sociale, e non è sicuramente da imputare al fatto che l'azienda sia divenuta commercialmente produttiva (non ce n'è traccia nel bilancio...) ma alla forte incidenza delle immobilizzazioni per lavori interni che risultano pari all'11% del fatturato.
Nel 2007 e nel 2008 tale incidenza era poco più del 3%
Accade che l'Amea SpA ha effettuato assunzioni durante la gestione Sturvi... quando normalmente una Azienda in crisi non ne fa...
Rimane il fatto più grave ma prevedibile visto il modo di governare la cosa pubblica dell'attuale sindaco come se fosse cosa propria, di sua proprietà...
Il consiglio comunale e le opposizioni nonché i cittadini vengono informati dallo stesso solo 3 giorni prima della seduta del grave atto di riduzione del capitale sociale di Amea quando la decisione era stata presa da Sturvi in assemblea ufficialmente nel mese di giugno...
Alla richiesta di delucidazioni in merito a tale comportamento  il sindaco ha prontamente risposto: i bilanci sono pubblici, andateveli a vedere...
Una vergogna per la politica, la democrazia, la rappresentanza e per la cittadinanza».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito