il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Aeroporto Frosinone, Scalia: "Nuovo scalo non è inutile ma già dichiarato di interesse regionale"

Aeroporto Frosinone, Scalia: "Nuovo scalo non è inutile ma già dichiarato di interesse regionale"

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

FROSINONE - Non si placano le polemiche dopo la bocciatura del TAR riguardo alla procedura degli espropri, di quei terreni che sarebbero dovuti servire alla costruzione del nuovo aeroporto del capoluogo.

Molte le dichiarazioni apparse in questi giorni sulla stampa locale, tra cui il rimpallo di accuse tra il centrosinistra ciociaro e il centrodestra, in ordine alla vicenda. Sulla questione interviene con forza anche l'ex presidente della Provincia Francesco Scalia che, in una nota, cerca di ricostruire, dal suo punto di vista, l'intero iter di costruzione dello scalo ciociaro e tenta un'operazione "chiarezza".

"La Regione Lazio -spiega il consigliere regionale del PD - ha deliberato di realizzare l’aeroporto di Frosinone con il procedimento di finanza di progetto. Questo vuol dire che, una volta ottenuta la valutazione ambientale strategica (purtroppo con due anni di ritardo, per il fermo imposto alla procedura dal Presidente Iannarilli), la Regione stessa potrà bandire la gara per l’individuazione del concessionario che costruirà e gestirà l’opera esclusivamente con capitali privati. Quindi, neanche un euro di denaro pubblico dovrà essere speso.

"E’ la Regione competente a localizzare nuovi aeroporti d’intesa con lo Stato. La Regione Lazio - precisa Scalia - ha già localizzato a Frosinone il nuovo aeroporto di interesse regionale, dando attuazione all’intesa con il Ministero dei Trasporti che prevedeva la realizzazione nel Sud del Lazio appunto di un nuovo aeroporto di interesse regionale. Il Piano Passera è evidentemente finalizzato ad eliminare quegli aeroporti inutili che gravano sulle finanze pubbliche,  non certo ad impedire la realizzazione di aeroporti che, per la felicità della loro collocazione strategica (a pochi chilometri da Roma, con collegamenti autostradali e ferroviari anche ad alta velocità) si ripagano da soli e diventano motore di sviluppo.

Anzi, per incentivare la realizzazione di tali infrastrutture, il Ministro Passera ha prospettato l’eliminazione dell’IVA. Piuttosto, invece, stante la penuria di risorse pubbliche, sarà difficile realizzare proprio l’Aeroporto di Viterbo, che costerebbe circa un miliardo e settecento milioni, dovendo realizzarsi le infrastrutture di collegamento con la città di Roma.

"L’Eliporto rappresenta una parte del progetto - precisa poi Scalia, stante la proposta del Presidente della Società aeroporti di Frosinone Gabriele Picano di puntare proprio sulla elisuperficie - da noi in passato definito e condiviso dalla Regione. Va benissimo la sua realizzazione, del tutto compatibile con la realizzazione dello scalo civile. Certo, però, fermarsi alla realizzazione del solo eliporto non cambierebbe le sorti della nostra traballante economia".

Quindi Scalia conclude: " Perché l’Aeroporto possa essere realizzato e gestito con soli capitali privati, deve avere una capacità di traffico di almeno un milione e mezzo di passeggeri; al di sotto di tale dimensione non si raggiunge l’equilibrio economico e finanziario della gestione. Inoltre, perché si possa utilizzare l’ultima tratta dell’alta velocità per un collegamento ferroviario veloce con Roma (anche questo è progetto già approvato dalla Regione) è necessario il flusso di passeggeri che solo l’Aeroporto delle dimensioni dette può garantire.

Infine, la progettazione è costata meno di una sola delle tantissime parcelle che la gestione del Presidente Iannarilli ha generato. Con la differenza che questi costi sono integralmente a carico della Regione ai sensi della legge regionale di bilancio del 2006 (il Presidente, invece di lamentarsi sulla stampa, se li faccia rimborsare)".

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito