il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Tarsu, bisogna pagare nonostante la cessazione delle utenze?

Tarsu, bisogna pagare nonostante la cessazione delle utenze?

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

ACUTO - Un lettore ci sottopone un quesito in merito al pagamento della Tarsu nel Comune di Acuto: «Devo vendere l'immobile ammobiliato e pertanto ho dato la cessazione della utenza Enel e del Gas e vorrei chiudere anche la Tarsu. Mi  viene  negata questa cessazione perché l'immobile, per regolamento comunale, deve anche essere vuoto.
Non vi sembra una clausola vessatoria? Faccio presente che da anni l'immobile non è affittato. Gradirei un Vs. parere».

Sul sito del Comune non è disponibile il Regolamento in questione, tuttavia nella pagina dedicata alla Tarsu si afferma: «Sono esenti dal pagamento del tributo gli immobili che per loro natura non possono produrre rifiuti perché in obiettive condizioni di inutilizzabilità che devono essere denunciate e dimostrate con idonea documentazione dal detentore o proprietario».
Il nostro parere è che un immobile privo di utenze attive (elettricità, gas, acqua) sia da considerarsi “inutilizzabile” e che la documentazione relativa dovrebbe essere sufficiente a dimostrare tale condizione. Gireremo la domanda alle competenti istituzioni per un chiarimento al riguardo.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Agosto 2012 09:20

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito