il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Dubai, quaranta imprese laziali settore arredamento e ospitalità, espongono fino al 17 maggio

Dubai, quaranta imprese laziali settore arredamento e ospitalità, espongono fino al 17 maggio

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ROMA - Condividere un progetto di internazionalizzazione, promuovere una rete tra le imprese per moltiplicare le opportunità di business e dividere i costi delle iniziative sull’estero. E’ il caso di HospITALitY - Italian Production Excellence, un progetto espositivo dedicato alle produzioni industriali ed artigianali d’eccellenza del Lazio inaugurato il 15 maggio  all’Hotel Show di Dubai (nella foto).

Sono quaranta le imprese della filiera dell’arredamento e dell’ospitalità del Lazio che hanno aderito all’iniziativa di internazionalizzazione promossa dall’Assessorato alle Attività produttive della Regione Lazio e realizzata da Sviluppo Lazio, in collaborazione con CNA Roma e Lazio. Un progetto che per la prima volta vede il coinvolgimento diretto delle aziende in un’esperienza di collaborazione produttiva finalizzata alla vera e propria creazione e realizzazione dello stand.

Nella città degli Emirati Arabi fino al 17 maggio le imprese si proporranno alle grandi catene alberghiere internazionali presentando, attraverso l’area HospITALitY, un hotel “chiavi in mano” made in Lazio; arredi, materiali di prestigio, sauna e spa, prodotti tecnologici, complementi d’arredo e servizi avanzati. L’eccellenza regionale, in un’ottica di filiera. Nell’ambito dell’iniziativa saranno realizzati anche incontri di business con buyer internazionali,  organizzati grazie alla collaborazione con l’ufficio ICE di Dubai.

L’Hotel Show di Dubai, giunto alla XIII edizione, è il più importante evento del Medio Oriente e del Nord Africa dedicato specificamente al settore alberghiero e della ristorazione. Hanno preso parte alla scorsa edizione ben 420 marchi provenienti da 45 diversi Paesi, su una superficie di oltre 20mila mq del Dubai World Trade Center. L’edizione 2011 ha attratto oltre 14mila visitatori professionali. In forte crescita (+40%) il numero di visitatori rispetto all’edizione precedente tra manager e direttori di hotel, interior designers, architetti, spa e ristoratori.

“La nostra amministrazione - ha detto l’assessore alle Attività produttive e alle Politiche dei rifiuti della Regione Lazio, Pietro Di Paolo - ritiene l’internazionalizzazione delle Pmi una priorità sulla quale investire, perché in grado di offrire nuove opportunità di crescita Le imprese regionali possono affermarsi al di fuori dei confini nazionali puntando su innovazione e qualità. All’Hotel Show di Dubai sono presenti aziende che rappresentano, in maniera sinergica, il made in Lazio, quindi le capacità imprenditoriali di un territorio produttivo secondo in Italia e ottavo in Europa”.

Secondo il presidente di Sviluppo Lazio Massimiliano Maselli, “questo progetto ha un carattere fortemente innovativo e concreto: è la prima volta che le imprese laziali lavorano insieme per creare uno stand collettivo. È un’iniziativa perfettamente in linea con gli obiettivi immediati della Regione Lazio, che vuole incoraggiare le imprese a sottoscrivere contratti di rete per competere nei mercati internazionali”.

“In questo contesto di crisi guardare fuori dai propri confini è indispensabile. Ma affrontare i mercati esteri da soli può essere rischioso - dice Anna Rizzo, presidente CNA di Roma Industria, tra gli espositori della collettiva - In questo il ruolo dell’associazione per accompagnare, facilitare e aggregare è inestimabile”.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito