il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Fiuggi, la tassa di soggiorno divide gli albergatori. Sale il pressing sul Comune

Fiuggi, la tassa di soggiorno divide gli albergatori. Sale il pressing sul Comune

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

FIUGGI - La tassa delle discordia. Ecco, la si potrebbe chiamare così quella varata dall'ultimo Consiglio comunale che riguarda la tariffa da applicare, da parte di alberghi e pensioni, a chi soggiorna nella città termale.

Una tassa, quella di soggiorno, presente in moltissime città turistiche che vedrà la luce dal primo giugno e che divide gli albergatori.

C'è chi tra gli operatori non la vuole affatto e chi si scaglia contro l'amministrazione comunale, fino a  minacciare l'uscita dall'organismo del Convention Bureau. C'è chi chiede invece di posticiparla al primo gennaio del 2013.

Infine c'è chi la vede di buon occhio per via del fatto che i maggiori introiti per il Comune potranno far destinare maggiori risorse al turismo. E' esattamente questo l'intento della maggioranza guidata dal sindaco Fabrizio Martini, con lo scopo di far "rifiatare" le casse comunali e non desistere dal fare investimenti.

Intanto però il malcontento cresce tra gli operatori del turismo, albergatori in testa, già schiacciati dalla crisi e alle prese con non poche difficoltà finanziarie.

D'accordo in linea di principio si è detto Pierluigi Ambrosetti (PdL), consigliere comunale di opposizione e già vicesindaco, anche se ha criticato "il momento" che non sarebbe a suo dire quello giusto, in una stiuazione in cui "è cresciuta già a dismisura la pressione fiscale".

Certo è che tra amministrazione comunale e Associazione degli albergatori sulla vicenda si è aperto un vero e proprio braccio di ferro. Vedremo se prevarrà il bene comune.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito