il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Cotral, Di Stefano: "Regione gli deve milioni di euro, come può maggioranza parlare di rilancio?"

Cotral, Di Stefano: "Regione gli deve milioni di euro, come può maggioranza parlare di rilancio?"

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ROMA - Sulla situazione del Cotral, il consorzio dei trasporti pubblici del Lazio, si accende il dibattito politico, vista  la situazione finanziaria in cui versa e i cambiamenti che sembra stiano per arrivare.

Sul tema è intervenuto oggi il consigliere regionale del PD Marco Di Stefano, presidente della Commissione sul federalismo fiscale e Roma Capitale, che in una nota scrive: "Trovo condivisibili le preoccupazioni del consigliere regionale Pietro Sbardella (UDC) rispetto all’attuale, situazione certo non facile, dell’azienda Cotral, evidenziata anche dall’allarme lanciato dalle organizzazioni sindacali regionali e dalle rappresentanze aziendali.

 

Ritengo però anche che, rispetto alla richiesta di una nuova dirigenza e della messa in atto di un nuovo piano industriale, sia prioritario trovare una soluzione rapida alla gravissima situazione finanziaria dei crediti che il Cotral vanta nei confronti della Regione Lazio.

E non si tratta di cosa da poco: sono infatti stati superati di gran lunga i 500 milioni di euro di crediti e, nonostante la società abbia un contratto “in house” che la garantisce, questa si trova costretta a utilizzare strumenti finanziari per far fronte alle esigenze aziendali. Cosa che ha un prezzo, anche parecchio alto, se è vero, come è vero, che gli oneri finanziari del Cotral, dovuti alla mancanza dei pagamenti da parte della Regione Lazio, sono esplosi dal milione di euro del 2009 agli oltre 20 milioni nel biennio 2010-2011… Per non parlare, poi, delle somme non incassate da vari enti locali, Regione compresa, per la remunerazione del personale dell’azienda che è comandato e distaccato presso di loro.

Credo, quindi, che, prima di parlare di strategie, i consiglieri regionali di maggioranza dovrebbero dire in che misura l’amministrazione di centrodestra da essi sostenuta intende far fronte ai suoi obblighi ed erogare le somme dovute all’azienda Cotral. Senza questi fondi discutere di strategie e piani aziendali è pura accademia e non rende neanche merito all’azione di risanamento che l’attuale Cda ha cominciato da alcuni mesi".

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Maggio 2012 14:59

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito