il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Anagni, Vdc: giallo sull'incontro tra Toshiba e Ministero. E il 20 c'è l'assemblea dei creditori

Anagni, Vdc: giallo sull'incontro tra Toshiba e Ministero. E il 20 c'è l'assemblea dei creditori

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ANAGNI - SI sta consumando un vero e proprio giallo intorno al vertice di domani tra il gruppo industriale Toshiba Europa e il Ministero dello Sviluppo economico. Il colosso giapponese infatti si era detto interessato a rilevare la Vdc Technologies e il sito di Frattarotonda.

La riunione però sembra saltata. Sull'annullamento non vi è certezza, anche perchè è stato confermato in queste ore proprio da fonti sindacali che, fino a ieri, non facevano parte nemmeno - un pò a sorpresa- del tavolo che si sarebbe aperto domani al Mise con i rappresentanti di Toshiba.

Nelle prossime ore se ne saprà sicuramente di più. Inzia a serpeggiare intanto  lo scoramento tra quei lavoratori che avevano creduto nell'intervento della Toshiba per salvare il sito ex Videocolor dal fallimento e presentare ufficialmente quel piano che, seppur non definitivo, poteva ridare una qualche speranza di futuro agli operai Vdc. Qualche cifra era emersa nei giorni scorsi, sugli oltre dieci milioni di euro che Toshiba avrebbe voluto investire. Così come non era venuto meno l'impegno della Deputata ciociara Anna Teresa Formisano che è stata tra le promotrici del faccia a faccia (per ora dato per saltato) tra Mise e Toshiba.

Intanto è ormai alle porte la scadenza del 20 aprile. Quella si che non ha l'aria di essere un bluff, ma piuttosto il "redde rationem". Venerdì sarà infatti il giorno della verità per quanto riguarda il concordato preventivo. Il commissario giudiziale Antonio Caiafa ha convocato al Tribunale di Frosinone creditori e gruppo Videocon per tentare di trovare un accordo che però, stando ai numeri resi pubblici (o quasi) nei mesi addietro, non dovrebbe concludersi postivamente. Salvo colpi di scena a cui, purtroppo, la vicenda Vdc ci  sta abituando.

La situazione è dunque in evoluzione e tutti restano col fiato sospeso.

 

 

 

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito