il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Economia ::> Ilva Patrica, tavolo di crisi provinciale. Scalia (PD): "Indurre la proprietà ad investire ancora"

Ilva Patrica, tavolo di crisi provinciale. Scalia (PD): "Indurre la proprietà ad investire ancora"

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

PATRICA - “Tutte le Istituzioni sono al fianco dei lavoratori dell’Ilva. Adesso l’importante è che tutto il territorio sia unito e si esprima con un’unica voce, per salvare le sorti dello stabilimento e soprattutto il futuro dei novanta dipendenti”.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale PD, Francesco Scalia a margine del tavolo di crisi convocato dall’assessore provinciale Trina sulla vertenza dell’Ilva di Patrica.

Una vertenza che non è solo provinciale ma che interessa direttamente anche la Regione Lazio, che, come ha ricordato Scalia, ha già assicurato il proprio impegno: “Per la prossima settimana è previsto un tavolo regionale dove saranno formulate soluzioni condivisibili sia dall’azienda che dai lavoratori. Il problema vero – ha sottolineato Scalia – è il disegno evidente dell’Azienda di concentrare la produzione a Novi Ligure per massimizzare i profitti. Il Gruppo Riva, però, non può dimenticare i vantaggi ottenuti attraverso l’impianto presente nella nostra provincia: questo territorio non può permettere che venga spremuto e poi abbandonato.

La scelta di bloccare le attività da parte dei lavoratori, è sicuramente un’azione lungimirante; fino a quando non si conosceranno i reali sviluppi della vicenda, è bene mantenere alta la guardia anche attraverso le proteste dei lavoratori e l’attenzione dei media”.
Dall’incontro sono emerse utili indicazioni per il tavolo regionale previsto tra qualche giorno. “Bisogna convergere su una soluzione – questa la proposta di Scalia – che induca il Gruppo Riva ad investire ancora sull’impianto di Patrica, attraverso una programmazione che includa anche nuove produzioni”.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito