il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cultura ::> Piglio, Inciviltà ed indifferenza sul percorso contemplativo di San Giovanni Paolo II

Piglio, Inciviltà ed indifferenza sul percorso contemplativo di San Giovanni Paolo II

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

alt PIGLIO - In questo anno si celebra il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II, il più amato Pontefice della storia, tanti sono gli eventi organizzati per il suo centenario in tutto il mondo, ed il Comune di Piglio ha avuto la fortuna di ospitare durante il suo Pontificato il Santo Padre che amava trascorre il suo tempo libero sui verdeggianti prati della località San Biagio. Tanto che questo luogo è stato a lui dedicato creando “Il Percorso contemplativo San Giovanni Paolo II”, lungo circa 1,5 Km che si estende in un immenso prato verde contornato da boschi. Nel percorso sono state posizionate la Statua del Pontefice, una stele commemorativa nel luogo di riposo del Papa e una croce in corrispondenza del posto ove lo stesso recitava l'Angelus. Il percorso è contornato da grandi massi su cui sono incise numerosi frasi del Papa. Ad indicare l’inizio del percorso c’è una grossa stele marmorea, purtroppo l’ennesimo atto di vandalismo ha determinato la caduta a terra del grosso blocco di marmo (foto in basso), un fatto avvenuto a febbraio scorso, ed immediatamente sono state le segnalazioni da parte dei cittadini, poi il lockdown ed ad oggi il blocco è ancora a terra e coperto dalla vegetazione selvatica. Un luogo dunque che ha non solo un valore spirituale, ma rappresenta anche un’attrattiva sentieristica di forte richiamo perché legata al Santo Padre. Per quest’estate, un effetto collaterale del coronavirus, è il boom di presenze agli Altipiani di Arcinazzo, tanti villeggianti che amano camminare, fare escursioni, amanti del cicloturismo, che potrebbero essere interessati a conoscere questo luogo, che purtroppo a cominciare dal suo ingresso , è in uno stato di abbandono e d’indifferenza, eppure basterebbe poco per riassestare il tutto e promuovere degnamente questo sito, che tanti invidiano al Comune di Piglio, ma che lo stesso non riesce a promuovere, in particolare in quest’anniversario così importante.

alt

 

 

 

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito