il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cultura ::> Alatri, La morte di Sir John Leslie e le sorti dell'antica Badia

Alatri, La morte di Sir John Leslie e le sorti dell'antica Badia

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

altALATRI - Lo scorso 18 Aprile, alla veneranda età di 99 anni, si è spento nel suo Castello di Glaslough (Irlanda) Sir John Leslie conosciuto come “Uncle Jack”, cugino di Winston Churchill. Sir John avendo vissuto per diverso tempo in Italia, ha un forte legame con la Ciociaria, determinato dalla sua quota di proprietà dell’antica Badia di San Sebastiano, un gioiello architettonico ed artistico sito nel Comune di Alatri, tra Collepardo e Veroli. La Badia di San Sebastiano fondata agli inizi del VI secolo dal patrizio Liberio, prefetto delle Gallie, ed affidata al monaco Servando divenuto in seguito Santo.

Qui, nel 529, nel suo viaggio che lo condusse a fondare Montecassino, trovò ospitalità ed accoglienza San Benedetto, che rimase alcuni giorni nella Badia, guardando la vita che vi si conduceva e guidata dalla Regula Magistri, dalla quale (secondo alcuni studiosi) San Benedetto avrebbe tratto ispirazione per codificare la sua di "Regola". Ancora oggi nella Badia si conserva una cella detta "di San Benedetto", e nel Cammino della Via Benedicti (che da Norcia conduce a San Vincenzo al Volturno attraversando tre Regioni Umbria, Lazio e Molise) la Badia rappresenta una tappa. Il passaggio di San Benedetto nella Badia è comunque accertato e ricordato da San Gregorio Magno nei suoi "Dialoghi" e, a testimonianza di quella presenza, resta un'arcaica campana in terracotta donata dallo stesso San Benedetto a San Servando. 
Ai nostri giorni la Badia ha più comproprietari tra cui Sir John e diversi anni fa, infatti, fu pianificato un progetto per trasformare parte della Badia in una struttura alberghiera, ma l’opposizione di “Uncle Jack” che amasse e tutelasse quello scorcio di storia, e la burocrazia italiana fermarono sul nascere l’iniziativa ma ora, con la sua scomparsa il destino della Badia di San Sebastiano potrebbe cambiare. Nelle prossime settimane sono attesi in Italia gli eredi di Sir John Leslie, che dovranno decidere riguardo alla propria “porzione” dell’antico edificio, e potrebbe riapparire lo spettro della struttura alberghiera.

Ultimo aggiornamento Sabato 30 Aprile 2016 15:37

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito