il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cultura ::> Piglio, Ancia y Corda in concerto a Cava De’ Tirreni: Ingiosi e Iannotta suonano sulle opere di Chagall

Piglio, Ancia y Corda in concerto a Cava De’ Tirreni: Ingiosi e Iannotta suonano sulle opere di Chagall

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

PIGLIO - Dal 29 marzo al 28 giugno , all'interno del "MARTE Mediateca Arte Eventi" di Cava de’ Tirreni (SA),  il prestigioso centro polifunzionale, auditorium, salotto della città, punto di ritrovo, contenitore di eventi e delle arti contemporanee, si svolgerà  la mostra internazionale dedicata all’artista russo Marc Chagall "Segni e colori dell’anima", proponendo una selezionata scelta di 77 tavole, tra litografie e acqueforti, realizzate dall’artista tra gli anni ‘20 e ' 70. Nell'ambito dell'evento per offrire ai tanti visitatori della mostra di Marc Chagall, momenti di cultura e di conoscenza del territorio, è stato inserito il progetto  “Concerti in mostra”  il cui motivo conduttore è la musica del '900, sia europea che americana, inerente il periodo artistico di Chagall trattato nella mostra attraverso i lavori che vanno dal 1920 al 1970. Ensemble e solisti si alterneranno nell’auditorium del Marte e con originali interpretazioni faranno rivivere le atmosfere delle opere di Chagall esposte. Domenica prossima (19 aprile) si esibirà il duo «Ancia y corda», composto dal fisarmonicista di Piglio Daniele Ingiosi e dal chitarrista Marcello Iannotta.
La fama del fisarmonicista pigliese, è ormai indiscussa, avendo vinto numerosi concorsi per Fisarmonica da concerto, ha tenuto più di 200 concerti come solista ed in formazioni da camera in Italia, Macedonia, Spagna, Scozia, Germania, Canada e America. Ha inciso 3 CD dedicati al musicista e compositore argentino Astor Piazzolla. In prima esecuzione assoluta ha presentato in concerto brani dei compositori A. D’Anṭ, G. Bernardini e F. Marino. Attualmente è docente di Fisarmonica presso il Liceo Musicale Statale. 
«Il concerto di domenica -ha commentato il maestro Ingiosi- si compone di un insieme di brani selezionati, della prima metà del ‘900, trascritti ampliando le partiture originali, sfruttando le capacità tecniche ed espressive dei due strumenti e cercando di tenere costantemente viva l’attenzione e la partecipazione emotiva dell’ascoltatore. L’ostacolo principale che rende originale e inconsueto l’abbinamento della chitarra classica e della fisarmonica è la complessa gestione delle dinamiche, che in questo caso è stata affrontata e risolta arricchendo il tessuto armonico e curando l’alternanza delle parti cantabili, che si spostano dalla chitarra alla fisarmonica senza sovrapposizione, cercando di fondere al meglio i timbri dei due singoli strumenti».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito