il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cultura ::> Anagni, successo della seconda tappa di «Assaporando Anagni», candidata come capitale della cultura 2016

Anagni, successo della seconda tappa di «Assaporando Anagni», candidata come capitale della cultura 2016

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ANAGNI - All'interno della suggestiva  location del ristorante «Lo Schiaffo» di Anagni, si è svolta la seconda serata dell'iniziativa enogastronomica itinerante «AssaporandoAnagni», curata dal sodalizio anagnino «Progetto Anagni» in sinergia con «La Strada del Cesanese». Proprio qui, nell'ambito di questa cornice in una piacevole atmosfera conviviale,  il Sindaco di Anagni Fausto Bassetta, ha lanciato una sfida per la città dei Papi, con la candidatura per il 2016 di Anagni a «Capitale Italiana della Cultura».

«Dal nostro insediamento -ha sottolineato il Sindaco Bassetta- siamo riusciti a rispolverare, un senso di comunità e orgoglio identitario che  negli ultimi anni si era appannato. È stato un cambiamento che ha fatto di Anagni una città a dimensione europea. Quando si prende consapevolezza di ciò che si è, e di ciò che si può diventare, non si torna mai indietro, e lo hanno capito i cittadini, le imprese, le associazioni, gli operatori della comunicazione; e lo si dimostra anche questa sera, con un progetto che evidenzia la nostra ricchezza culturale ed  enogastronomica. Il prossimo anno ricorrerà l'anniversario degli 800 anni dalla morte del Papa Innocenzo III, uno dei quattro Papi Anagni, e quale occasione migliore per presentare la nostra Anagni, ricca di storia, di cultura, di tradizioni all'Italia intera!».
Dopo quest'annuncio che ha elevato gli animi e l'orgoglio di appartenenza dei presenti, si è passati alla scoperta sensoriale del connubio cibo-vino, un matrimonio perfetto con i piatti egregiamente preparati dalla cucina rinomata dello Schiaffo con i quattro vini di alcune aziende della Strada del Cesanese: "Jevenalis" dell'azienda Giacobbe di Paliano, "L'onda" dell'azienda Maria Ernesta Berucvi di Piglio, "Gaiano" dell'azienda Colline di Affile, e la "Bolla di Urbano" dell'azienda Pileum di Piglio; ognuno è stato presentato dal rispettivo produttore presente alla serata.
«Una seconda serata perfettamente riuscita -ha commentato Vincenzo Ciprani presidente di Progetto Anagni- abbiamo gustato una cucina schietta e semplice, in ogni suo piatto proposta con  lavorazioni in genere mai troppo elaborate, riuscendo ad esaltare i sapori di materie prime ed ingredienti di base di grande qualità, ritrovando i sapori di un tempo, come l'originalissimo "gelato di pane con salsa al caramello”.
Anagni ed il suo territorio sono un vero e proprio giacimento gastronomico per chi, in tavola, ricerca il perfetto connubio tra sapore e tradizioni secolari, custodisce vini e piatti che possono considerarsi delle vere e proprie "perle" del gusto, ed il nostro obiettivo che con soddisfazione stiamo perseguendo con successo, è di farla conoscere sempre più questa cultura enogastronomica, come motore promozionale del territorio».
Il percorso enogastronomico di Assaporando Anagni, prosegue con il prossimo appuntamento fissato per il 23 aprile, ad aprire le sue porte e la sua cucina sarà il ristorante "Hernicus", dove saranno anche stappate le bottiglie di altre prestigiose aziende vinicole della Strada del Cesanese.

Ultimo aggiornamento Martedì 07 Aprile 2015 13:49

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito