il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cultura ::> LiveinLazio 2014, la Regione presenta gli eventi culturali dell'estate. Ciociaria protagonista

LiveinLazio 2014, la Regione presenta gli eventi culturali dell'estate. Ciociaria protagonista

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

altROMA - Si chiama LiveinLazio estate la stagione culturale della Regione Lazio per il 2014: musica, danza e spettacolo. Giorno e notte, per residenti e turisti.

Oltre tre mesi di programmazione – dal 18 giugno al 23 settembre, con una ultima iniziativa in programma fino alla fine di ottobre - decine di location, più di 20 festival e rassegne, centinaia di rappresentazioni e migliaia di interpreti a dare vita a una travolgente stagione estiva 2014 che farà della regione un grande palcoscenico permanente.

Il calendario giornaliero di rassegne e festival che animerà tutto il territorio, dai capoluoghi alle province, è stato presentato oggi dal presidente Nicola Zingaretti e dall’assessore alla Cultura, Lidia Ravera alla presenza di molti artisti, tra i quali Monica Guerritore e Giancarlo Cauteruccio, e alcuni sindaci dei Comuni coinvolti.

Riprende così la tradizione della stagione estiva della regione Lazio che parte da Tivoli con il Festival internazionale di Villa Adriana, inaugurato il 18 giugno; passa per Roma con i cartelloni delle prestigiose stagioni di Caracalla e di Santa Cecilia, e ancora all’Auditorium Parco della Musica con Luglio suona bene; e arriva nel Lazio irradiandosi su tutta la regione.

Il Ric Festival è diventato quest’anno Regione Invasioni Creative (dal 2 luglio al 27 agosto), triplicandosi nelle edizioni di Frosinone, Latina e Rieti: tre capoluoghi, tre festival di teatro, musica e danza. In programma nella Maremma etrusca, il Vulci Festival (dal primo al 19 agosto). A Latina e provincia i concerti del Festival pontino (dal 2 luglio al 3 agosto) che toccheranno luoghi di meraviglia come il Castello di Sermoneta e l’abbazia di Fossanova.

L’antico Teatro romano di Cassino ospiterà invece l’evento conclusivo di Cassino off (6 luglio 2014), rassegna di teatro sociale. Torneranno a vivere le monumentali memorie laziali dei Teatri di Pietra mentre a settembre i Teatri di vetro (dal 15 23 settembre) celebreranno nella capitale le arti sceniche contemporanee. Villa d’Este a Tivoli è Jeux d’Art (dal 20 luglio al 28 settembre), festival di musica e cultura. Mentre le ScuderieMArteLive invaderanno la regione con i virtuosismi acrobatici e funambolici di artisti circensi e musicisti di strada. A Viterbo Caffeina (dal 27 giugno al 6 luglio) ha ripreso il via con dieci giorni di cultura globale, mentre ai Quartieri dell’Arte (dal primo settembre al 30 ottobre) è affidata una programmazione teatrale di altissima qualità.

Torna Il festival di Ferento. Poi, ancora, a Roma i Concerti nel parco (06/07-31/07/2014), la musica de I giardini della Filarmonica e la ricca rassegna Invito alla danza. In tutti i capoluoghi, inoltre, si ascolterà la musica sacra grazie alla Grande musica in Chiesa.

 "Sono molto soddisfatto perché ce l'abbiamo fatta anche quest'anno e non era assolutamente scontato". Così ha esordito il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, "Stiamo operando la più grande rivoluzione economico-finanziaria del Lazio degli ultimi venti anni senza dover rinunciare a pilastri della vita civile come la cultura".  "In vista dell'expo 2015 - prosegue il Governatore – abbiamo iniziato a tenere sempre più insieme il tema della promozione culturale con la valorizzazione del territorio.

Ciò deriva dalla volontà di promuovere la buona cultura, valorizzando le perle del nostro territorio, perché anche il luogo più bello se abbandonato e privo di contenuti cade nel degrado e dalla concreta consapevolezza che cultura è sviluppo, economia, e creazione di valore aggiunto".  "Questa promozione culturale - ha concluso Zingaretti – si inserisce in una Regione che sta mettendo le cose a posto innanzitutto attraverso la legge della cultura, che ci auguriamo entro la fine dell'anno diventi realtà.  Una legge importantissima perché identifica la strategia, elimina l'arbitrio, introduce trasparenza e vincola a forme permanenti di stanziamento economico la pubblica amministrazione.

 “Vogliamo accendere una luce sui territori della regione Lazio, - ha aggiunto l’assessore Ravera - sulle associazioni di cittadini, sulle bande, sui cori, sui teatri di strada e vogliamo che la cultura sia goduta e consumata dal maggior numero di persone, e anche prodotta, perché attraverso la produzione di cultura si costruisce un pubblico consapevole.  Vogliamo dare uno spazio e una possibilità di essere visti a tutti i gruppi e le associazioni e portare teatro, musica e danza nelle piazze, nei paesi. Una penetrazione capillare. Un' invasione creativa. E anche quest'anno la nostra regione sarà pacificamente invasa, da bande di artisti, per una festa estiva grande quanto la regione”.

 altDal 2 luglio al 9 agosto Frosinone sarà invasa da incursioni artistiche performative e musicali a cominciare dall’installazione video/laser concepita per la città da Giancarlo Cauter­uccio con Di­namismi Iridescenti_ Laboratorio per l’Addestramento della Luce (2 luglio); si prosegue con il concerto di Peppe Voltarelli (4 agosto) e la calda voce di Pietra Montecorvino (6 agosto); mentre Elena Bucci porta in scena Bar­num, il circo-bar dove incontrare passanti e affacciarsi sul disgregarsi del mondo d’Occidente (7 agosto), ed Elena Arvigo propone Maternity Blues (From Medea), tratto dall’omonimo romanzo di Grazia Verasani (8 agosto). Chiudono Gli Omini (foto in alto) con Tappa, risultato di un periodo di permanenza tra le vie e la gente di Frosinone (9 agosto). Inoltre I Mercoledì di Teatro dentro le mura porteranno in città grandi artisti della scena come Pame­la Villoresi, Iaia Forte, Mariano Rigillo e altri ancora.

A Veroli torna il teatro di strada dei Fasti verolani (dal 31 luglio al 3 agosto), e sempre per il territorio della provincia di Frosinone a Fiuggi (dal 2 al 12 agosto), il Festival delle città medievali.

 Il programma è online su visitlazio.com, il portale di promozione del territorio della Regione Lazio, e sarà progressivamente aggiornato. Liveinlazio estate sarà supportato da una campagna promozionale che farà dell’estiva un marchio di qualità utile a orientarsi attraverso l’offerta culturale di una regione che sta riportando lo spettacolo dal vivo, con grande determinazione, al centro delle sue attività culturali.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito