il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cultura ::> “Musica per vivere”, percorso di musicoterapia per soggetti affetti da sindrome di Asperger

“Musica per vivere”, percorso di musicoterapia per soggetti affetti da sindrome di Asperger

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

FROSINONE - La musica come strumento di integrazione sociale, come mezzo di cura per favorire il reinserimento dei soggetti svantaggiati, a testimonianza che la cultura, l’arte, può avere numerosi quanto diversificati campi di applicazione.
È questa l’idea centrale che anima il progetto “La Musica per Vivere”, l’iniziativa volta all’inserimento in Conservatorio di alcuni giovani autistici Asperger, con la finalità di facilitare i processi di integrazione interna e l’arricchimento delle relazioni sociali attraverso lo studio della musica.

La forza del progetto consiste non solo nella finalità che si propone, ma anche nella rete istituzionale di tutto livello che è riuscito a mettere insieme. Il progetto, il primo ad essere attivato presso un Conservatorio di Musica, è realizzato grazie ad un finanziamento della Fondazione Roma, alla disponibilità di docenti e personale amministrativo del Conservatorio Licinio Refice, all’adesione delle famiglie e al supporto del Comune, dell’Amministrazione Provinciale e della ASL di Frosinone, con i quali il Conservatorio ha sottoscritto un Protocollo di intesa per l’utilizzo delle strutture della Biblioteca comunale e provinciale. Il Conservatorio si avvale, inoltre, della collaborazione professionale dell’Associazione Pianeta Giovani. Il progetto si è avvalso della consulenza scientifica del dott. Ettore Del Greco, psichiatra, psicoanalista membro della Società Psicoanalitica Italiana. Musical Centro di Fiorenzo Rossi ha messo a disposizione gli strumenti necessari per la prima fase del progetto.
Il programma, della durata di 24 mesi, è stato presentato questa mattina nella Sala conferenze del Conservatorio Licinio Refice di Frosinone. Presenti il Presidente del Conservatorio, dott. Tarcisio Tarquini, il Direttore del Conservatorio, Antonio D’Antò, il rappresentante della Fondazione Roma, Di Bella, l’Assessore alla cultura della Provincia di Frosinone, Antonio Abbate, il Responsabile scientifico del progetto, dott. Ettore Del Greco, più i rappresentanti dell’associazione Pianeta Giovani.

Antonio Abbate«Era d’obbligo il sostegno della Provincia di Frosinone ad un progetto di alta valenza sociale e culturale come questo – ha dichiarato l’assessore Abbate –  per cui siamo stati ben lieti di sottoscrivere il protocollo d’intesa con il Conservatorio per la concessione dei locali della Biblioteca di via De Matthias Un progetto che si avvale di una filiera di partners di tutto rispetto, che unisce insieme soggetti pubblici e privati. Un ottimo segnale per il futuro, in quanto evidenzia un aspetto positivo: una società capace di intervenire sulle istanze dei soggetti svantaggiati è certamente una società che si avvia verso un percorso di crescita globale, che lavora per includere e non escludere. E in questo percorso si segnala la centralità dell’arte e della cultura.
Un progetto, inoltre, che si sposa appieno con la mia sensibilità amministrativa, in quanto da sindaco di Roccasecca mi feci promotore, anni addietro, di un percorso di teatroterapia con la locale comunità di recupero che registrò grande successo e permise di conseguire notevoli risultati in termini di integrazione dei soggetti interessati.
“Musica per vivere” è un’ottima iniziativa, che dimostra il valore della cultura come strumento essenziale per la crescita sociale e che fa il paio con la presentazione che abbiamo voluto patrocinare del libro di Fabrizio Polizzi, “Pensiero diverso”, in cui si narra l’uscita di un ragazzo dal tunnel del disagio attraver ro la scrittura e le composizioni poetiche»

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Gennaio 2012 12:56

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito