il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Trevi Nel Lazio,Attività di sensibilizzazione dell'Arma dei Carabinieri contro le truffe agli anziani

Trevi Nel Lazio,Attività di sensibilizzazione dell'Arma dei Carabinieri contro le truffe agli anziani

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

 

alt TREVI NEL LAZIO - Prosegue l’attività dell’Arma dei Carabinieri di vicinanza e sostegno verso le persone anziane, soprattutto quelle che vivono da sole, per sensibilizzarle e tutelarle contro le truffe ai loro danni, seguendo questa linea nel pomeriggio di giovedì il maresciallo Salvatore Nicotra comandante della stazione dei carabinieri di Trevi Nel Lazio ha incontrato la popolazione nel particolare le persone anziane scopo dell’incontro è stato quello di mettere in guardia contro le truffe. Il maresciallo Nicotra alla presenza di numerose persone, tra cui il Sindaco Silvio Grazioli (in basso nella foto di gruppo) ed altri amministratori comunali, ha passato in rassegna le truffe più diffuse e spiegato come difendersi. Il maresciallo Nicotra, si è espresso in modo chiaro ed efficace e con numerosi esempi incontrando il plauso e la gratitudine degli anziani, nonché dello stesso sindaco Grazioli. Il maresciallo Nicotra ha illustrato le più comuni “tecniche” attualmente usate dai malviventi, rispondendo a numerose domande e ribadendo l’assoluta importanza di segnalare, immediatamente, qualsiasi minima attività sospetta al numero pubblico di emergenza 112 e successivamente anche a parenti, amici e vicini di casa. Nello specifico i militari hanno invitato gli anziani a non aprire la porta a persone sconosciute anche se si presentano vestite elegantemente e proponendosi in modo gentile o addirittura qualificandosi come appartenenti alle Forze dell’Ordine, addetti alle poste o ad altri enti pubblici/privati, raccomandando ai presenti di non cadere vittime dei loro raggiri. Questi i consigli principali: se arrivano tecnici di presunte società dell'energia, non aprire assolutamente, ma parlare solo al citofono e chiedere nome e cognome per poter chiamare l'azienda e verificare che ci sia un dipendente con tale nome; non essere troppo abitudinari, evitare di uscire e rientrare sempre alla stessa ora, ma cambiare spesso abitudini perché i truffatori prima di muoversi studiano le abitudini delle vittime; per qualsiasi dubbio o sospetto chiamare subito il 112; non vergognarsi per essere stati raggirati ma chiamare subito, prestare attenzione ai dettagli della persona sospetta, come aspetto, accento, segni particolari; installare un sistema di allarme in casa che gratuitamente può essere collegato ai carabinieri; tenere vicino al telefono una lista con i numeri di emergenza (112 per tutto) e i numeri di banca, posta, enel, gas per chiamare subito se si ha il sospetto di un falso tecnico; non firmare nulla. “Ringrazio a nome della cittadinanza il maresciallo Nicotra per la disponibilità che ha manifestato anche in questa circostanza in quest’importantissimo incontro –ha sottolineato il Sindaco Silvio Grazioli- per fornire consigli e suggerimenti utili a prevenire il fenomeno di furti e truffe a danni di persone anziane. L’incontro si è rivelato un’importante occasione per dialogare, confrontarsi e dando una maggiore sicurezza alla popolazione, in un clima di vicinanza ed ascolto. Gli esempi sono stati chiari e cristallini, bisogna fare tesoro dei consigli che ci sono stati dati e di non aver paura e di non esitare nel chiedere aiuto e contattare i carabinieri per ogni dubbio e perplessità”.

alt


 

 







Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Febbraio 2020 21:03

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito