il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Piglio, Uniti per la chiusura della discarica di Colle Fagiolara

Piglio, Uniti per la chiusura della discarica di Colle Fagiolara

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

alt PIGLIO - Attenzione ancora alta sulla chiusura della discarica di Colle Fagiolara, fa eco la grande mobilitazione di sabato scorso che ha visto la presenza di numerosi Sindaci del territorio che al fianco del Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna (nelle foto in basso), hanno detto chiaramente NO alla proroga della chiusura della discarica per accogliere altri rifiuti da Roma. I sindaci del comprensorio sabato scorso, si sono ritrovati presso l’istituto IPIA di Colleferro per ribadire con fermezza il “NO” delle istituzioni locali alla proroga dell’apertura della discarica di Colle Fagiolara, dichiarando a chiare lettere alla città di Roma, alla Regione Lazio e al Ministero dell’Ambiente, che il 15 gennaio resta come scadenza ultima e definitiva per la cessazione delle attività del sito. “Sabato scorso c’erano migliaia di persone a Colle Fagiolara – ha commentato il Sindaco di Piglio Mario Felli (nella foto in alto )- perché ogni Sindaco rappresentava la propria comunità, il nostro No è stato quello di migliaia di persone, stanche di vedere questo nostro territorio ulteriormente degradato, sfruttato senza alcuna logica per gli interessi di Roma. Il nostro territorio ha rappresentato finora quel tappeto che si alza per nascondervi l’immondizia, ed adesso è ora di dire basta. Uniti rappresentiamo una forza, rappresentiamo un territorio che vuole essere rispettato, che vuole che la propria dignità non venga calpestata. Sono queste le battaglie che ci uniscono che creano sinergia e che danno voce al zona. Questo territorio ha una sua identità che non può continuare ad essere compromessa dalla volontà di chi non riesce a gestire la raccolta dei rifiuti, non facciamo da fanalino di coda a nessuno, abbiamo il dovere di difendere in primo luogo la salute dei nostri concittadini , abbiamo una grande ricchezza naturale, con riflessi turistici, economici da difendere e tutelare. Questi sono gli obiettivi che accomunano tutti i paesi che sabato erano riuniti e che con altrettanta determinazione saranno di nuovo a Colle Fagiolara il prossimo 15 gennaio per la chiusura ufficiale ed inderogabile della discarica. Questa è la nostra terra e la difenderemo con determinazione e forza”.

alt

 alt

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Dicembre 2019 09:57

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito