il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Anagni, Sempre più amministrazione condivisa

Anagni, Sempre più amministrazione condivisa

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

altANAGNI - La Città di Anagni è stata il primo comune del Lazio ad adottare il “Regolamento sulla collaborazione tra Cittadini ed Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani” redatto sotto la direzione scientifica di Labsus - Laboratorio per la Sussidiarietà. La collaborazione si attua attraverso azioni di cura o rigenerazione dei beni comuni urbani attuabili attraverso un patto sottoscritto con l’Amministrazione. La forte volontà di concretizzare un maggior rapporto tra cittadinanza attiva ed Ente comunale, venne dato dal gruppo di maggioranza "Progetto Anagni" di cui fa parte il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Felli. Il primo atto di tale progetto, venne concretizzato nel maggio 2015 con l'Associazione Nazionale Carabinieri "Salvo D'Aquisto" di Anagni, per l'apertura, chiusura, vigilanza, manutenzione ordinaria del parco giochi nei pressi della scuola Ambrosi De Magistris in viale Regina Margherita. "E’ volontà di questa Amministrazione -sottolineò nell'occasione il Presidente del Consiglio Comunale di Anagni l'avv. Giuseppe Felli, che curò il progetto- favorire l’instaurazione di diverse modalità di collaborazione in materia di beni comuni urbani, essenziali o funzionali al benessere della comunità locale, a rischio di deperimento a causa di un uso inappropriato o eccessivo oppure beni per i quali si ritenga opportuna una maggiore valorizzazione e in particolare: aree verdi, aree private di uso pubblico, patrimonio immobiliare comunale, così da aumentare il benessere delle persone e favorire lo sviluppo della cultura urbana". Nei giorni scorsi il Comune di Anagni, ha approvato il Patto di collaborazione per la realizzazione di interventi di cura, manutenzione ordinaria e tutela igienica dello spazio verde antistante la piscina comunale che verrà curato dalla Società Nuoto Roma SSD; ed il patto di collaborazione per la cura e manutenzione del fontanile Mararozzo, che sarà curato dal Comitato Vignola- Monti. “Con l'approvazione di questi patti di collaborazione          -spiega il Presidente del Consiglio Comunale di Anagni Giuseppe Felli - si continua il percorso con cui si vuole costruire un sistema in cui il cittadino sia non soltanto amministrato, ma soggetto attivo che con la propria opera, autonoma e volontaria, contribuisce alla cura e alla valorizzazione di beni comuni. L'obiettivo, cioè, è quello di arrivare ad una amministrazione sempre più condivisa dei beni collettivi e a sviluppare una cittadinanza attiva, responsabile e solidale. Esprimendo la mia soddisfazione a riguardo, mi preme ringraziare in particolare i cittadini del Comunitato Vignola, e l'architetto Pulcini che sovrintende al servizio e responsabile dell'Ente per l'Amministrazione condivisa. Con questi atti, il cittadino è sempre più protagonista e parte integrante dell'amministrazione anagnina, infatti il patto di collaborazione previsto dal Regolamento sui beni comuni è uno strumento attraverso cui il Comune e i cittadini attivi (in forma singola o associata) definiscono l'ambito degli interventi di cura o di valorizzazione dei beni comuni quali".


Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Dicembre 2016 17:11

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito