il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Serrone, un premio giornalistico dedicato a Dina D’Isa, Nucheli: «Dedicheremo la piazza adiacente la sua abitazione»

Serrone, un premio giornalistico dedicato a Dina D’Isa, Nucheli: «Dedicheremo la piazza adiacente la sua abitazione»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

SERRONE - Lo scorso 5 ottobre, il giornalismo, perdeva un’illustre firma quella di Dina D’Isa  una delle più apprezzate e conosciute critiche cinematografiche d’Italia. In tutte le principali manifestazioni sul mondo della celluloide, da Venezia a Cannes, dalla Festa del Cinema di Roma ad ogni prima, Dina era sempre presente, e con precisione, acutezza ed in modo anche ironico promuoveva o bocciava tutto quello che passava sul grande schermo. Aveva iniziato dalle colonne del quotidiano Il Tempo, sul quale continuava a scrivere, con la nota rubrica “La dolce vita”. Poi tante esperienze, che si sommavano a quelle precedenti di scrittrice, apprezzata e pluripremiata giornalista, con il suo romanzo “Oltre il confine della notte“ (Vallecchi Editore) aveva vinto diversi premi tra cui il “Premio Presidenza del Consiglio” e il “Premio Fregene”. Il suo contributo alla critica cinematografica si manifestò anche con presenze in programmi radiofonici e televisivi, ed in molte occasioni ospite di Gigi Marzullo su RaiUno, dando sempre un tocco lieve e intelligente ad ogni analisi e commento. Dina D’Isa e la sua famiglia, avevano tra l’altro un forte legame con il Comune di Serrone,  che spesso aveva esaltato con dei suoi articoli la bellezza del paese e delle varie manifestazioni, e dove tutt’ora nel centro storico si trova la sua abitazione. L’intenzione oggi dell’amministrazione comunale del sindaco Natale Nucheli, è di ricordare la nota giornalista, intitolandole a suo nome la piazzetta adiacente l’abitazione di famiglia ed al contempo di dar vita ad un premio nazionale di giornalismo a lei dedicato.
«La conoscenza di un luogo spesso avviene grazie alla sensibilità di persone che lo vivono e lo sentono –ha sottolineato il Sindaco Nucheli- Dina era appassionata del nostro paese, ed in più occasioni ci ha onorati di scrivere su Serrone, riuscendo con la sua unica capacità a descriverlo in modo toccante, appassionando tanti che non lo conoscevano. Abbiamo già preso contatti con l’Ordine Nazionale dei Giornalisti, che con apprezzamento hanno dato parere positivo a questa nostra iniziativa, che a breve verrà delineata nei suoi particolari. Vogliamo che sia l’inizio di una serie di edizioni che si arricchiscano di anno in anno. L’intitolazione della piazza vicino la sua casa, darà a noi il piacere di sentire qui a Serrone ancora a sua presenza».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito