il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Piglio, donato un secondo defibrillatore, Felli: «Un importante e significativo gesto di vita»

Piglio, donato un secondo defibrillatore, Felli: «Un importante e significativo gesto di vita»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

PIGLIO - Un altro defibrillatore si aggiunge per la sicurezza della popolazione pigliese, grazie alla donazione della Farmacia «Padre Pio» del dott. Massimo Ciotti, che verrà collocato proprio all'interno della stessa struttura di via Piagge. La donazione si è svolta con una piccola cerimonia, avvenuta all'interno della farmacia alla presenza del dott. Ciotti e del personale sanitario della struttura, del Sindaco di Piglio Mario Felli, del maresciallo della locale stazione dei carabinieri Domenico Serpico, del comandante della Polizia Locale capitano Vincenzo Cecconi, di rappresentanti dei vai sodalizi pigliesi tra cui la Croce Rossa.
«Ci tengo calorosamente a ringraziare a nome della comunità pigliese -ha sottolineato il Sindaco Felli- il dott. Ciotti per questo suo gesto così importante per tutti noi, che definirei un "gesto di vita". Ogni anno in Italia, una persona su mille può andare incontro a morte cardiaca improvvisa. Il fattore tempo è una variabile determinante: per ogni minuto che passa dall’arresto cardiaco, in assenza di rianimazione la percentuale di sopravvivenza si riduce del 10%, per questo è importante avere a disposizione un defibrillatore da poter utilizzare all'istante in attesa dell'arrivo dei soccorsi medici, il suo utilizzo può permettere di salvare un vita. Questo è il secondo defibrillatore presente a Piglio, un altro è posizionato davanti l'istituto comprensivo "O. Bottini", un'altro deve collocarsi nel centro sportivo "Gianni Fraiegari", secondo la disposizione normativa che dallo scorso anno obbliga tutte le aree sportive a dotarsi di un defibrillatore. Ma vorrei andare ancora oltre e posizionarne un quarto, perché vogliamo che Piglio diventi una città cardioprotetta.
Però affinché, il progetto si completi, è necessario, e qui chiedo l'ausilio del dott. Ciotti e della nostra Croce Rossa, che si organizzino corsi per formare e sensibilizzare la cittadinanza all'utilizzo del defibrillatore. Qualunque cittadino può trovarsi nella drammatica situazione di assistere ad un arresto cardiaco e oltre ad avvisare il 118, magari non può intervenire perché non sa utilizzare il defibrillatore, per questo chiedo che si organizzino tali corsi, che avranno la partecipazione organizzativa dell'Amministrazione Comunale, e siano il più aggreganti possibile, formando i docenti e personale della scuola, gli agenti della Polizia Locale, gli studenti, gli anziani insomma tutti indistintamente. La conoscenza e la preparazione di semplici manovre, possono davvero salvare una vita umana, in qualunque posto ci si trovi ( scuola, lavoro, palestra etc )».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito