il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Serrone, inizio d’anno con i giovani campanari del Golden Gate Boys Choir and Bell Ringers di San Francisco

Serrone, inizio d’anno con i giovani campanari del Golden Gate Boys Choir and Bell Ringers di San Francisco

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

SERRONE - Circa 6000 bambini e ragazzi provenienti da 18 paesi del mondo sono giunti nell’ultima settimana di dicembre a Roma in occasione del 40° congresso internazionale dei «Pueri Cantores», esibendosi l’ultimo giorno del 2015 nell’Aula Paolo VI in Vaticano davanti al Santo Padre Papa Francesco, e concludendo poi lo scorso 1° gennaio con un imponente coro di voci bianche per festeggiare l’Anno Santo della Misericordia. I «Pueri Cantores» rappresenta un’organizzazione che esiste da quindici secoli, composta da bambini e ragazzi, per i quali da sempre il canto diventa l’unica lingua, con la quale si esibiscono in un fitto programma di «Preghiere per la Pace». La musica riesce ad emozionare  i giovani cantori  e a portare un messaggio di pace nell’Anno Santo della Misericordia. Tra questi, vi era anche il coro e campanari del Golden Gate Boys Choir and Bell Ringers di San Francisco (USA), che si è esibito sotto la direzione del M° Steve Meyer. IL 2 gennaio il coro dei campanari statunitense, composto da 20 bambini, è stato accolto a Serrone su invito del Parroco Don Ramon Bravo e del Vice Parroco don Piero Isola.
Il suono della campana è capace di suscitare elevati sentimenti e grandi emozioni, di fortificare le più nobili virtù morali, perché è esso stesso una forma e un'espressione della musica. L'articolazione compiuta del suono delle campane è però tanto complessa quanto la realizzazione della campana stessa. Il giovane gruppo composto da ragazzi dai 5 ai 14 anni, sabato sera si è esibito nella chiesa del Sacro Cuore di Gesù a La Forma, prima accompagnando cantando la celebrazione eucaristica tenuta dal Vescovo Diocesano di Palestrina Mons. Domenico Sigalini e di seguito affascinando tutti i presenti in un’esibizione coinvolgente, suonando con minuziosità le campane di diverse dimensioni e sonorità. La splendida cornice della Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, sempre più artistica, di recente infatti è stata riportata alla sua originale luminosità dopo 50 anni dalla sua realizzazione in occasione del Concilio Vaticano II, la tela grande 20 metri quadrati, dedicata alla costituzione dogmatica della «Lumen Gentium» realizzata dall’artista Bepi Modolo, ed un importante intervento restaurativo ha riguardato il presbiterio; il tutto ha contribuito a rendere ancor più coinvolgente l’atmosfera che si è creata durante l’esibizione del coro campanario statunitense, con i classici e splenditi canti natalizi.  Di seguito la serata è continuata con una cena ed una grande tombolata  di beneficenza per i bambini dell’oratorio della cattedrale di San Cristobal de l’Avana-Cuba, unita in un gemellaggio spirituale con la chiesa de La Forma, che come sottolineato dal Parroco Don Ramon, ha destinato tutte le offerte dei fedeli durante il periodo natalizio all’oratorio cubano.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito