il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Acuto, scritte vandaliche sugli infissi della sala parrocchiale: colpita tutta la comunità

Acuto, scritte vandaliche sugli infissi della sala parrocchiale: colpita tutta la comunità

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

ACUTO - come ormai siamo abituati purtroppo a sentire ed apprendere dai mass media il patrimonio culturale e artistico pubblico è sempre messo più a repentaglio da incuria, mal gestione, e soprattutto dagli atti vandalici.
Dal crollo di alcuni edifici a Pompei alla devastazione dei tifosi del Fayenoord prima della partita di Europa League a Roma sono solo le ultime più note e incresciose notizie che dimostrano come l'Italia, patria della cultura e dell'arte stia subendo un imbarbarimento culturale e sociale secondo solo al medioevo. Ma non bisogna guardare solo ai grandi monumenti di Roma e dei siti archeologici del Bel Paese per rendersi conto di ciò; anche nel piccolo della nostra provincia e del nostro comune si hanno riscontri di come questo fenomeno sia sempre in crescita.
Partendo dall' imbrattamento dell'arco di accesso al centro storico con la scritta ACAB a pochi giorni dal completamento dei lavori di restauro, passando per le scritte che ricoprono la seduta e il muro di piazza San Nicola, arrivando a gli ultimi atti vandalici che riguardano l'imbrattamento delle porte della sala parrocchiale e della casa canonica della chiesa di S. Maria, gioiello barocco del nostro paese.
Gli infissi imbrattati erano da poco stati sostituiti dal parroco di Acuto Don Marino Pietrogiacomi che dichiara di non voler far restaurarli così che tutti possano vedere l'opera apportata e a che livello di barbarie si possa arrivare. Dopo la denuncia effettuata presso le autorità competenti sono state poste sotto sequestro le immagini delle telecamere dalla gioielleria adiacente alla chiesa per effettuare le dovute investigazioni ed individuare e punire il colpevole di tale scempio verso la cosa pubblica bene non del parroco o di un individuo ma bene inestimabile di tutta la comunità.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito