il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Ferentino, Berretta (PD) contesta la scelta del sindaco Pompeo di condividere un dirigente con la Provincia

Ferentino, Berretta (PD) contesta la scelta del sindaco Pompeo di condividere un dirigente con la Provincia

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

FERENTINO - Nel Consiglio Comunale di Lunedi 12 Gennaio, è stato approvato “lo schema di convenzione con la Provincia di Frosinone per la gestione associata della funzione di direzione del servizio economico-finanziario in base al D.Legs.18/08/2000 n.267 art.153 comma2)”, per dirla in breve il Dirigente Finanziario del Comune di Ferentino lavorerà 3 giorni a Ferentino e 2 presso la Provincia di Frosinone. Maurizio Berretta, Consigliere Comunale del Partito Democratico, attacca la decisione dell’amministrazione: «Ho espresso il mio totale dissenso, votando contro a questa delibera. Le leggi dello Stato Italiano vanno rispettate, non si può trovare l’interpretazione di comodo per l’occasione, questa operazione di gestione associata non rispetta il relativo dettato normativo. Dobbiamo tener conto in primis della Legge Delrio, che trasforma le Provincie in enti di secondo livello il cui spirito e’ quello di una dismissione programmata, della Legge di Stabilita 2015 entrata in vigore 1 Gennaio 2015 che vieta alle Provincie di assumere, di acquisire personale con l’istituto del comando, di lavoro flessibile, affidare incarichi e consulenze, o rapporti secondo l’art.110 del 268 che per quelli in essere  ne detta la scadenza. Il fatto piu’ grave e’ pero’ “l’aggiramento” della norma applicata, il D.Legs.18/08/2000 n.267 art.153 comma 2  cita testualmente:  «è consentito stipulare apposite convenzioni tra gli enti per assicurare il servizio a mezzo di strutture comuni» e pertanto non della «funzione di direzione», oggetto della delibera approvata in Consiglio comunale. Sotto l’aspetto politico-amministrativo, Ferentino perderà l’unico Dirigente presente nell’organico, in un settore quello della ragioneria che già è sottodimensionato sulle risorse umane, che per ciò, si deve ricorrere spesso ad affidare servizi al privato, non mi si venga a dire che risparmiamo il 42% dello stipendio perché sicuramente perderemo risorse sotto l’aspetto della gestione e del controllo contabile, e della professionalità del nostro Dirigente che  è nota ai più ed il sottoscritto per 5 anni, da assessore alle finanze ne ha avuto testimonianza giornaliera. I dipendenti previsti da pianta organica al comune è pari a 130 unità, ne abbiamo pocomeno di 60, quindi in forte sofferenza ed oltremodo   già condividiamo il Sindaco con la Provincia, il Segretario Comunale con altri comuni, perdere anche , seppure parzialmente, l’unico Dirigente, sarebbe un altro fatto grave che accentuerebbe il “pressopochismo” che negli ultimi tempi sembra essere tornato all’interno del Palazzo comunale. La convenzione adesso passerà al vaglio del Consiglio Provinciale di venerdi 16 Gennaio 2015 ed all’assemblea dei Sindaci, il mio appello e’ quello di valutare se effettivamente una persona, pur nelle sue riconosciute capacità, potrà in soli due giorni settimanali dirigere il delicato settore economico-finanziario della Provincia, ente che versa in gravi difficoltà economiche con una voragine finanziaria di decine e decine di milioni di euro. Sono rimasto stupefatto dal silenzio assordante dell’Assessore alle Finanze Martini, sicuramente complice della proposta di deliberazione, ma forse non si è reso conto che il primo ad accusare il disagio della mancanza del Dirigente sarà proprio il Suo delicato settore, (ragioneria, bilancio, patrimonio, finanze e tributi)».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito