il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Acuto, successo di pubblico per il presepe meccanico allestito da Officina 9.9 presso la chiesa di San Sebastiano

Acuto, successo di pubblico per il presepe meccanico allestito da Officina 9.9 presso la chiesa di San Sebastiano

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ACUTO - Abbiamo dato notizia dell’inaugurazione, il 7 dicembre scorso, del presepe meccanico allestito presso la Chiesa di San Sebastiano e Rocco in Acuto. Torniamo sull’argomento per testimoniare il successo di pubblico e approfondire con gli organizzatori ulteriori informazioni su questa originale iniziativa.
Interamente realizzato a mano da alcuni volenterosi e virtuosi giovani del posto, (rispettivamente Stefano Cori, Alberto Torroni, Tiziano Torroni, Antonello Noro, Claudio Bellucci, Camilla Perinelli e Sarah Cioccio) il magnifico manufatto ha attirato l'attenzione di molti, anche nei paesi limitrofi ad Acuto, diventando centro di numerose visite. L'idea, nata appunto da questi ragazzi che hanno creato un vero e proprio gruppo, che risponde al nome di Officina 9.9, ha logicamente comportato un grande impegno anche a livello economico, che da soli questi non avrebbero potuto affrontare; tuttavia in ciò si sono resi molto disponibili i commercianti e gli artigiani del paese, che hanno dato un notevole contributo a loro sostegno e hanno reso possibile l'acquisto dei materiali necessari alla realizzazione, che poi sono stati comperati proprio nelle varie attività presenti ad Acuto. Una grande disponibilità è stata dimostrata anche dall'amministrazione comunale e dalla Pro Loco di Acuto, enti che si sono adoperati a contribuire dove fosse necessario. Va anche ringraziato inoltre il parroco, Don Marino, che ha messo a loro disposizione la chiesa fino al 6 gennaio, giorno in cui il presepe verrà chiuso al pubblico.
Parlando di tempistica invece, per completare il presepe sono stati necessari all'incirca 60 giorni di duro lavoro, in cui i ragazzi si sono serviti unicamente di tutta la loro esperienza e le loro capacità, per curare minuziosamente ogni dettaglio, anche a livello tecnico. Le difficoltà riscontrate sono state numerose, anche per via di un guasto che ha portato il gruppo a smontare e rimontare il presepe, a solo due giorni dall'apertura. Tuttavia i ragazzi parlano di questa iniziativa, come una bellissima ed unica esperienza, che li ha portati non solo a conoscersi e instaurare dei forti legami tra loro, ma anche come un qualcosa che li ha arricchiti e soprattutto ha arricchito una piccola comunità come quella di Acuto, che ha sempre molto da dare.
«Nonostante questi tempi di crisi», ci dicono i ragazzi, «per realizzare cose di questo tipo o altre iniziative simili e non, è necessaria solo tanta fantasia e forza di volontà! L'aspetto economico passa in secondo luogo, laddove è anche facile adattarsi e usare mezzi umili, per creare qualcosa di più piccolo e semplice, ma altrettanto bello!» è questo il messaggio che trapela dalle loro parole, invogliando così molti giovani e non, a muoversi in questo senso per il bene della nostra comunità, di cui ne decidiamo le sorti.
Possiamo infatti affermare che il gruppo officina 9.9 non chiude con il nascere la sua attività: sono già in cantiere altri progetti per il nuovo anno.


(Foto: Gabriele Cori)

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito