il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Piglio, scontro in atto tra Comune e Pro-Loco, Celletti: «Nella Pro-Loco dove c'è troppa politica»

Piglio, scontro in atto tra Comune e Pro-Loco, Celletti: «Nella Pro-Loco dove c'è troppa politica»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

PIGLIO - Ormai sono ai ferri corti la Pro Loco di Piglio e l'Amministrazione Comunale del sindaco Mario Felli, polemica in fermento a conclusione della 41a Sagra dell'Uva conclusasi ad inizio mese. Negli anni passati sotto l'Amministrazione Cittadini, la Pro Loco ha curato e gestito la storica manifestazione con buon successo. Ma quest'anno qualcosa è cambiato. A detta dei membri della stessa, sembra che la Pro Loco sia stata contattata con ampio ritardo e comunque limitata nella sua azione. «La Pro Loco non si è tirata indietro -si legge in una nota del sodalizio-  per il semplice fatto che non è stata mai coinvolta, né per i festeggiamenti dell’Estate Pigliese (si è preferito improvvisare un comitato, nonostante la Pro Loco abbia chiesto e ottenuto un incontro con l’Amministrazione per un chiarimento delle rispettive parti) né tantomeno per la Sagra dell’Uva. Nel momento in cui hanno chiesto la nostra collaborazione, invitando informalmente solo il Presidente e non l’intera l’associazione, in realtà, già era stato delineato lo svolgimento della sagra e tutto questo a pochi giorni dalla manifestazione.  La Pro Loco, comunque ha ritenuto giusto collaborare per la buona riuscita dell’evento organizzando una mostra dal titolo “‘Na ‘ota agliu Piglio”, pubblicizzandola per promuovere Piglio, il Cesanese, e invogliare i turisti a visitare il nostro bel paese. Il tutto a carico della Pro Loco. Sempre in occasione della Sagra dell’Uva abbiamo allestito un info-point divulgando materiale illustrativo e informativo». 
«La Sagra dell’ Uva -ha replicato l'Assessore al Turismo Domenica Celletti- ha visto la collaborazione di molti cittadini e  di importanti associazioni tra le quali il CSA di Piglio, Strada del Vino Cesanese, l’ Associazione Donatori Sangue, la Croce Rossa Italiana, la Protezione Civile, Guardie Zoofile Pivium, la Polizia Locale e l’ Arma dei Carabinieri, mancando invece la collaborazione della Pro Loco, con molto rammarico da parte dell’ amministrazione.
Quest’associazione, che da Statuto si definisce apolitica, di fatto non lo è! Membri del direttivo candidati alle elezioni amministrative con la lista di Obiettivo Comune, o comunque apertamente schierati, la cui appartenenza politica è sfociata in un tentativo, mal riuscito, di boicottare la manifestazione. Inizialmente la Pro Loco si è dimostrata aperta alla collaborazione, con l’unico intento di negarla a pochi giorni dalla sagra, così come in effetti è stato fatto. Una mossa davvero irrispettosa nei confronti dell’attuale amministrazione, ma soprattutto, ed è quello che ci provoca un maggiore dispiacere, nei confronti della comunità tutta! Hanno giustificato il loro ripensamento rimproverandoci un mancato coinvolgimento iniziale, ma questo corrisponde assolutamente al falso. Inoltre all’associazione sono stati concessi 7.000€ di contributo dalla Regione Lazio destinati alla manifestazione Sagra dell’ Uva 2014: siamo davvero interessati  a capire se e come questi fondi siano stati spesi. In più occasioni  -continua l’Assessore Celletti- hanno dimostrato molta diffidenza, e spesso la volontà di esserci contro: durante la sagra sono venuti meno al rispetto delle indicazioni date dall’amministrazione, proprio la Pro Loco che invece avrebbe dovuto dare l’esempio da seguire. Un’associazione come la Pro Loco non può sperare che una delle manifestazioni più importanti del nostro paese fallisca!  Non è di certo questo l’atteggiamento che ci aspettavamo, speravamo quantomeno in un comportamento più contenuto».
Difficile pensare che ci possa essere un chiarimento a riguardo tra Comune e Pro Loco, visto che già si vocifera di un commissariamento prossimo della Pro Loco.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito