il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Anagni, assemblea notturna in Ospedale per i l caso ambulanze. Pressing sulla Regione

Anagni, assemblea notturna in Ospedale per i l caso ambulanze. Pressing sulla Regione

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

altANAGNI - Un'assemblea alla presenza dell'assessore comunale alla Sanità Fabio Roiati e dell'onorevole Nazzareno Pilozzi, si è svolta ieri sera alle 21.30, al terzo piano  dell'Ospedale di via Onorato Capo (in foto).

I cittadini, le associazioni e i movimenti politici che hanno occupato l'area dove insistono gli Uffici della direzione dell'ospedale per due giorni, l'hanno promossa dopo la scelta dell'Ares 118 di mettere a disposizione un'ambulanza, delle due in dotazione al nosocomio anagnino, all'Ospedale di Alatri.

Sulla questione Roiati ha rassicurato, riportando le parole del sindaco Fausto Bassetta che ieri mattina si era recato in Regione per tentare una soluzione. Ovvero che l'ambulanza non si sarebbe mossa da Anagni e che si sarebbe sopperito alla mancanza di mezzi facendo utilizzare quelli in forza a Ceccano. "Non abbiamo nulla di scritto" hanno però detto gli occupanti, e cioè i cittadini appartenenti all'associazione Amami, ai movimenti politici Casapound e Diversamente Anagni.

In molti hanno preso parte all'assemblea di ieri sera. Semplici cittadini ma anche esponenti di forze politiche locali dal PD a SeL, nonchè il Comitato Salviamo l'Ospoedale con cui, a dire il vero, gli occupanti hanno avuto qualcosa da ridire, in un incontro pomeridiano, per divergenze sulla modalità di protesta attuata.

L'assemblea è stata anche l'occasione per fare il punto sulla situazione di un'Ospedale e di un punto di Primo soccorso che vengono "sempre più depotenziati" hanno ribadito i presenti. Per questo l'assessore Roiati, medico operante proprio presso la struttura di via Onorato Capo, ha ribadito l'idea lanciata qualche tempo fa e di cui ha parlato con il direttore della Asl Daniela Mastrobuono e anche in Regione, ovvero quella di "prevedere nel piano aziendale che dovrà essere definito a luglio, una struttura ospedaliera ad Anagni d'emergenza, secondo quanto previsto anche a Subiaco, Bracciano" e in altri luoghi del Lazio, ed evitare così la chiusura. Con la presenza di "poliambulatori" e servizi di assistenza all'altezza.

"Pare che in Regione su questa proposta - ha aggiunto da parte sua l'onorevole Pilozzi - ci sia disponibilità a discutere. Dobbiamo rendere questo luogo all'altezza della situazione per i servizi erogati, non solo per la città dei Papi ma per l'intero comprensorio". E proprio sul comprensorio è scattata la critica di alcuni dei presenti che hanno stigmatizzato l'assenza dei sindaci invitati, alla manifestaione di ieri sera. Per questo ha speigato Roiati, il Comune di Anagni "si farà promotore di un tavolo sulla Sanità che metta insieme tutti i Sindaci e gli operatori e associazioni del territorio per non preocedere in ordine sparso ma unire le forze".

Ultimo aggiornamento Venerdì 27 Giugno 2014 13:31

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito