il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Acuto, sottoscritto gemellaggio coi comuni di Vallecorsa e Boleslawiec alla presenza del Prefetto Zarrilli

Acuto, sottoscritto gemellaggio coi comuni di Vallecorsa e Boleslawiec alla presenza del Prefetto Zarrilli

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

ACUTO - Un momento solenne ed emozionante, quello in cui i tre sindaci di Acuto Augusto Agostini, di Boleslawiec Piotr Roman e di Vallecorsa Michele Antoniani hanno sottoscritto il patto di gemellaggio tra le rispettive città, alla presenza del Prefetto di Frosinone, S.E. Emilia Zarrilli e del Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi. La firma delle tre copie del documento originale è stato il momento culminante di una giornata intensa e indimenticabile che ha creato le fondamenta per un rapporto non solo formale, ma per il quale ci sono gli auspici e i presupposti per un vero rapporto tra le comunità coinvolte, unite dal filo comune della figura di Santa Maria De Mattias.

Nella mattinata di ieri il Vescovo di Anagni-Alatri, Lorenzo Loppa, aveva officiato la messa celebrativa in occasione del 180° della fondazione delle Suore Adoratrici del Sangue di Cristo, avvenuta ad Acuto da parte della Maestra proveniente dalla natìa Vallecorsa, divenuta patrona della città di Boleslawiec a seguito della sua canonizzazione con la partecipazione di una delegazione dei tre Comuni.
Proprio la proclamazione di Maria De Mattias Patrona della città ha costituito, nel 2008, la prima occasione per un incontro a Boleslawiec con le delegazioni istituzionali di Acuto e Vallecorsa. Nel 2010 è seguito il primo gemellaggio tra Vallecorsa e Boleslawiec, rinnovato ieri con l’inclusione del Comune di Acuto.
La cerimonia civile della firma del «Patto della Fraternità Europea» si è svolta ieri in una gremitissima Sala Consiliare del Comune dopo l’esecuzione degli inni nazionali ed europeo da parte della Banda Musicale di Vallecorsa diretta dal M° Benedetto Agresta: purtroppo il tempo non benevolo non ha consentito di svolgere la cerimonia all’aperto.
Hanno preso parte alla cerimonia e collaborato alla sua riuscita anche i militari della Stazione dei Carabinieri di Acuto, il Corpo di Polizia Locale di Acuto e Fiuggi, i volontari della locale Associazione di Protezione Civile.
Il sindaco di Acuto, Augusto Agostini ha affermato nel suo discorso: «Per Acuto questo nostro primo gemellaggio, approvato unanimemente dal Consiglio Comanale, costituisce una occasione per costruire anche dal basso una Europa più unità, ampliare gli orizzonti delle proprie conoscenze ed esperienze, una opportunità di crescita culturale e potenzialmente anche economica».
Michele Antoniani, sindaco di Vallecorsa non ha nascosto la sua emozione: «Sono molto felice di essere qui, oggi è una giornata straordinaria, perché diventa sempre più fitta la trama di rapporti che unisce la mia città con Boleslawiec in un rapporto vero, non solo tra le istituzioni coinvolte, ma che ha visto protagoniste le associazioni presenti in un ambito veramente europeo, visto che Boleslawiec è gemellata con molte altre città di tutto il continente europeo. Con l’ingresso di Acuto si chiude questo cerchio nato nel segno di Maria De Mattias. Ringrazio il Consiglio Comunale della mia città che ha votato all’unanimità a favore della proposta di gemellaggio che ci è arrivata da Acuto: ora sono le persone e le associazioni di questi tre comuni che debbono diventare protagonisti di questa iniziativa».
Piotr Roman, sindaco di Boleslawiec ha commentato: «Siamo oggi qui per formare un triangolo dell’amicizia tra le nostre città nato intorno alla figura di S. Maria De Mattias, è la formalizzazione di una collaborazione che esisteva già nei fatti, che è nata grazie alle Suore ASC, che voglio ringraziare. Sono soprattutto le nuove generazioni protagoniste di questo percorso che tende a realizzare una unione più profondo tra popolazioni, ed è importante anche per costruire una pace vera e solida. Quello che succede in questi giorni in Ucraina costituisce per noi un serio motivo di preoccupazione. Il messaggio di S. Maria De Mattias in questo contesto è veramente molto importante: per questo qui con me c’è una rappresentanza dell’intero Consiglio Comunale, sia la maggioranza che l’opposizione, tutti favorevoli alla sottoscrizione di questo gemellaggio.»
Giuseppe Patrizi, Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone ha ricordato: «Il nostro territorio ha molti problemi ed è necessario che le istituzioni lavorino unite per affrontarli efficacemente: per questo ringrazio di cuore il Prefetto Zarrilli con cui abbiamo visitato moltissimi Comuni della Provincia di Frosinone. E per questo abbiamo voluto essere qui in questa occasione così importante da un punto di vista culturale e sociale che può avere risvolti economici e di collaborazione con un paese importante come la Polonia».
S.E. Emilia Zarrilli, Prefetto di Frosinone ha chiuso la cerimonia con un discorso conclusivo: «Vi ringrazio per avermi dato la possibilità di fare la mia prima visita ad Acuto in occasione di questo gemellaggio, un importante momento di coesione tra i popoli, uniti fortemente da una comune cultura religiosa e dalla figura di una donna che ha saputo proiettare i suoi insegnamenti anche verso terre che non ha mai visitato personalmente. Il mondo è sempre più piccolo e interconnesso, la crisi ucraina di questi giorni ha ricadute immediate anche sulla nostra economia: bisogna saper essere pragmatici e saper usare questa vicinanza per crescere. Il giuramento che viene siglato oggi è un impegno che può avere molti risvolti, e vi invito a valutare anche accordi di natura economica».
Al termine della cerimonia ufficiale e al rituale scambio di doni tra i Comuni, i canti tradizionali e i balli ciociari del neonato Gruppo Folk di Acuto hanno accompagnato in corteo i partecipanti alla cerimonia  nella chiesa di Santa Maria per assistere al concerto dei cori «Hernica Saxa» diretto dal M° Maurizio Sparagna e «Santa Maria de Mattias» diretto dal M° Margherita Cimaroli, per chiudere una giornata davvero memorabile.
La presenza del Vescovo Lorenzo Loppa, di S.E. Emilia Zarrilli Prefetto di Frosinone, del Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, dei tre sindaci di Acuto Augusto Agostini, di Boleslawiec Piotr Roman e di Vallecorsa Michele Antoniani, dell’on. Nazzareno Pilozzi alla cerimonia religiosa e di Mons. Domenico Pompili a quella civile hanno segnato una giornata davvero straordinaria per la comunità di Acuto, nella quale si sono esibite ben quattro diverse formazioni corali oltre alla banda musicale di Vallecorsa e al gruppo Folk di Acuto: a dimostrazione che quando si parlano lingue diverse, la musica è il miglior modo per entrare in sintonia.

***ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO***


Il momento della firma del «Patto di Fraternità Europea»


L'intervento del sindaco di di Boleslawiec, Piotr Roman


Suor Silvana Crolla interviene durante la messa per il 180° della fondazione della Congregazione ASC


Galleria fotografica: Nino Piras

I tre sindaci mostrano le copie sottoscritte del «Patto di Fraternità Europea»


Il ricordo-omaggio del Comune di Acuto


Il ricordo-omaggio del Comune di Vallecorsa


Il ricordo-omaggio del Comune di Boleslawiec


Il ricordo-omaggio per Suor Silvana Crolla, Superiora Regionale Italia ASC


Gli omaggi per il Prefetto e il Commissario della Provincia di Frosinone


Il tavolo delle autorità e i bambini del coro


I consiglieri comunali di Boleslawiec


Picchetto e stendardo del Comune di Fiuggi


Un momento dell'esibizione del Gruppo Folk Acuto


Un momento dell'esibizione del Gruppo Folk Acuto


Un momento dell'esibizione del Gruppo Folk Acuto


Il Gruppo Folk di Acuto


I cori «Santa Maria de Mattias» ed «Hernica Saxa» nel concerto serale


Ultimo aggiornamento Sabato 08 Marzo 2014 18:02

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito