il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Anagni, autorizzazioni edili: dieci denunciati per associazione a delinquere. Tra loro un amministratore

Anagni, autorizzazioni edili: dieci denunciati per associazione a delinquere. Tra loro un amministratore

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 


altANAGNI - Terremoto giudiziario al Comune di Anagni.

I Carabinieri della locale Compagnia infatti hanno denunciato per associazione a delinquere dieci persone tra cui due responsabili dell'Ufficio Tecnico e un assessore della Giunta guidata da Carlo Noto.

Tutti sarebbero responsabili a vario titolo di aver formato, almeno per un triennio, un sodalizio dedito all'assegnazione di lavori pubblici a ditte ritenute "vicine", per un giro d'affari che si aggirerebbe intorno al miliardo e mezzo di euro di lavori compiuti tra il 2010 e il 2013.

L'inchiesta su cui sta lavorando la Procura della Repubblica e il Pm Adolfo Coletta parte da lontano. I Carabinieri avrebbero accertato che il Comune avrebbe agito per favorire un gruppo di imprenditori nei lavori pubblici.

altA questo si aggiungano le accuse, per i denunciati, di corruzione, concussione e falso ideologico, così come recita il comunicato stampa del comando Compagnia della città dei Papi: "In data odierna, al termine di una prolungata e complessa attività d’indagine, i Carabinieri della Stazione di Anagni hanno denunciato in stato di libertà dieci persone tra cui, un Amministratore comunale, alcuni funzionari dell’Ente locale e vari imprenditori edili, poiché ritenuti responsabili, a vario titolo, delle ipotesi di reato di “associazione per delinquere, corruzione continuata, falsità ideologica commessa dal P.U., truffa e concussione in concorso”.



altLe indagini, avviate nel mese di settembre 2011 e coordinate dal Pubblico Ministero Dr. Adolfo Coletta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, hanno consentito di scoprire che gli indagati, nell’ambito della procedura connessa al rilascio di autorizzazioni edili da parte del Comune di Anagni (FR),  poi concesse nel periodo 2010 – 2012, costituivano un’associazione a delinquere dedita a truffe in danno dell’Ente locale, attuate anche attraverso la predisposizione di atti pubblici artatamente realizzati allo scopo di affidare i lavori alle ditte facenti parte del sodalizio.

Il danno arrecato è stato stimato in Euro 120.000,00 circa".

Un terremoto vero proprio per il sindaco Carlo Noto e per il responsabile politico del settore dei Lavori pubblici Alessandro Cardinali, e per l'intera Giunta comunale che, aldilà degli sviluppi giudiziari della vicenda che sembra preannunicare clamorosi colpi di scena, sono già sulla bocca di tutti in città, non appena la notizia si è sparsa tra i cittadini.

Le prossime ore saranno decisive per capire l'entità e i risvolti di una indagine inquietante.

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Ottobre 2013 16:49

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito