il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Anagni, tre pregiudicati malmenano turista romano nell’area «La Macchia»: arrestati dopo inseguimento

Anagni, tre pregiudicati malmenano turista romano nell’area «La Macchia»: arrestati dopo inseguimento

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ANAGNI - Hanno malmenato un giovane turista romano, poi due agenti fuori servizio intervenuti per difenderlo. Dopo una fuga in auto hanno reagito contro gli uomini delle forze dell’ordine che li hanno intercettati all’altezza di Osteria della Fontana. Alla fine sono stati arrestati per per violenza, resistenza  e lesioni a Pubblico Ufficiale.
I fatti si sono svolti questa mattina, e hanno come protagonisti tre residenti in Anagni, già note alle Forze dell’Ordine. I tre, legati da vincoli di parentela, nella prima mattina di oggi, all’interno dell’Area di Servizio “La Macchia Ovest”, direzione Napoli, per futili motivi, aggredivano un turista 37enne romano, a cui procuravano, con calci e pugni, lesioni alla testa ed agli arti. All’interno della struttura ricettiva erano occasionalmente presenti con i familiari un Maresciallo dei Carabinieri ed un Assistente della Polizia Penitenziaria, entrambi in servizio presso reparti della Capitale, che intervenivano prontamente per bloccare la vile aggressione. I malviventi, tuttavia, opponevano violenta resistenza anche nei confronti dei citati appartenenti alle FF.PP., procurando loro lesioni e dandosi poi a precipitosa fuga a bordo di una Fiat Punto.
L’immediata battuta attuata dagli equipaggi della Sottosezione della Polizia Stradale di Frosinone, della Compagnia Carabinieri di Anagni e del Nucleo Volanti della Questura, consentiva di intercettare e bloccare i fuggitivi all’altezza del quartiere di Osteria della Fontana, in Anagni.
I malfattori venivano quindi accompagnati presso la sede della Polizia Stradale, ove, non paghi, opponevano ulteriore resistenza. Venivano quindi tratti in arresto per violenza, resistenza  e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Gli stessi verranno trattenuti presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo innanzi all’Autorità Giudiziaria.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito